Dal papa che fuma al far west “piccante”, le 5 serie tv da non perdere

  • blog notizie - Dal papa che fuma al far west “piccante”, le 5 serie tv da non perdere

Se volete cominciare a seguire una serie tv, ma non sapete da quale cominciare e se vi appassionerà, eccovi consigliate le 5 più chiacchierate del momento sui social. Le più attese.

  1. Young Pope
    The Young Pope è senza dubbio la serie tv più chiacchierata del momento. Capolavoro televisivo di Paolo Sorrentino con un cast da urlo, composto da Jude Law su tutti, Diane Keaton e Silvio Orlando. La Chiesa raccontata da Sorrentino è qualcosa di mai visto prima: il protagonista è l’inusuale papa Pio XIII, un papa ‘trasgressivo’ che fuma, dice parolacce, gira in infradito e beve Coca-Cola al mattino. Non sono mancate le critiche da parte dei credenti, ma Sorrentino invita il pubblico a guardare tutte le 10 puntate prima di giudicare.
  2. Westworld
    Westworld è un’altra serie di grande successo di questo autunno. Jonathan Nolan riadatta per la tv l’idea di base de “Il mondo dei robot”, film diretto da Michael Crichton nel 1973. Ci troviamo in un futuro non meglio specificato e Westworld  è un parco divertimenti a tema western dove vivono alcuni androidi sintetici, simili agli esseri umani e capaci di provare sentimenti. Qui i visitatori possono immergersi completamente e fare qualsiasi cosa essi vogliano, senza preoccuparsi delle conseguenze. I problemi nascono appena il dottor Robert Ford, direttore creativo del parco, aggiorna gli androidi con delle “fantasie” affinché essi abbiano un comportamento più umano. Tuttavia dopo l’aggiornamento diversi androidi cominciano a comportarsi in modo strano, sfuggendo al controllo degli umani e dubitando della realtà del loro mondo. Il cast è stellare, spicca tra i tanti Anthony Hopkins. La scrittura e l’intreccio sono molto complesse, questo ha portato molti spettatori ad abbandonare la serie troppo presto. Consigliamo di superare la lentezza dei primi episodi e continuare. Dal terzo episodio in poi ne varrà sicuramente la pena.
  3. The Walking Dead
    Passano gli anni ma il pubblico di The Walking Dead non cala mai. La serie TV sugli zombie è tra quelle con più successo di sempre e, se ancora non l’avete mai vista, è ora di iniziarla.
    La serie è ambientata in un mondo devastato da un virus zombie che ha infettato tutta l’umanità. Le persone sane sono pochissime e sono organizzate in ‘gruppi di sopravvivenza’. Il paradosso è che il vero pericolo, più che gli zombie, sono gli altri umani, in continua lotta tra loro per accaparrarsi armi, cibo e luoghi sicuri. Rick e il suo team cercheranno di sopravvivere, ma troveranno tanti ostacoli nel loro percorso, vivi e non.
  4. Black Mirror
    Netflix ha avuto la brillante idea di recuperare alcune serie dal passato ‘parcheggiate’ nonostante un discreto successo. Tra queste, spicca Black Mirror, per la nuova terza stagione. Le prime due erano andate in onda nel 2011 e 2013 e avevano appassionato il pubblico nella loro particolare visione dei mass media e i social network e le loro ripercussioni sul quotidiano. Già prevista la quarta stagione per il 2017. All’interno della serie vengono immaginate e ricreate diverse situazioni del mondo moderno in cui una nuova invenzione tecnologica o un’idea paradossale ha in qualche modo destabilizzato la società e i sentimenti umani.
  5. Crisis in Six Scenes
    Ha fatto meno ‘rumore’ delle altre, ma va comunque menzionata per la sua importanza. Crisis in Six Scenes, è la nuova serie TV di Woody Allen, che il regista ha realizzato per Amazon. Solo una stagione, solo sei episodi. E’ una commedia leggera che parte molto lentamente e cresce fino a un finale divertente e soddisfacente. Più che una serie, è un film spezzettato, poco più lungo di due ore, diviso in sei puntate che non funzionerebbero a solo. La serie ha diviso la critica americana in due, tra chi parla di genialata di Allen e chi di ‘mancanza di idee e ripetitività’. Tra gli attori nel cast, da annoverare Miley Cyrus e lo stesso Woody Allen.

Tags :