Singapore, 140 mila dipendenti pubblici su Facebook workplace

  • blog notizie - Singapore, 140 mila dipendenti pubblici su Facebook workplace

Facebook non si limita a occupare le ore della tua vita personale, adesso vuole entrare con uno strumento innovativo in quella professionale costruendo una piattaforma per l’ufficio, Facebook Workplace,  che entrerà di fatto in competizione con la già rinomata piattaforma Slack.

Sarà contenta Microsoft che ha presentato a fine ottobre il nuovo Teams, un altro competitor di slack che permette di creare gruppi di conversazione, relativi ad un progetto o un’azienda, con funzionalità avanzate indirizzate appunto al mondo professionale. Navigando tra i vari tab che compongono l’interfaccia, è possibile iniziare una nuova chat o commentare in quelle già esistenti, prendere note, pianificare riunioni, partecipare a videoconferenze o sfruttare gli strumenti avanzati dedicati ai professionisti.

Facebook però fa un colpaccio sul mercato acquisendo un cliente di tutto rispetto, il governo di Singapore. Peter Ong, capo del servizio civile di Singapore ha dichiarato che il governo di Singapore sposterà tutti i suoi funzionari di servizio pubblico, alcuni dei quali 143.000, per la nuova piattaforma di Facebook entro marzo del 2017, secondo ZDNet.

Questo darebbe una grossa spinta a Facebook nella competizione con Slack che è già molto avanti e si vede al comando con 3 milioni di utenti attivi. A differenza delle pagine Facebook, che contemplano un modello di business improntato sull’advertising, su Workplace di Facebook verrà fuori un modello simile all’abbonamento.

“Abbiamo lanciato Facebook Workplace nel mese di ottobre”, ha detto Ong. “E come parte della prima fase, 15 agenzie e oltre 5.300 funzionari pubblici sono ora connessi in digitale in tempo reale.”

Il lancio di Facebook Workplace è già avvenuto in ottobre durante un evento a Londra. La piattaforma permette esclusivamente quel tipo di interazioni che si potrebbero avere tra colleghi, così come quelli che avvengono con clienti, agenzie o partner.

Workplace è in tutto e per tutto dal punto di vista grafico e funzionale come il Facebook che tutti conosciamo. Ha il 90 per cento delle caratteristiche di Facebook – bacheca, gruppi, reazioni e una fonte di notizie – ma non è collegato al proprio account personale del social network. Si aggiungono però altri strumenti, tra cui video chiamata one-to-one in alta definizione e audio chiamate in conferenza.

Insomma, anche Facebook cavalca l’onda del lavoro di squadra o per meglio dire la squadra di lavoro.