Kanye West accusa: “Jay-Z vuole uccidermi”. Poi viene ricoverato

  • blog notizie - Kanye West accusa: “Jay-Z vuole uccidermi”. Poi viene ricoverato

“Jay-Z vuole uccidermi”. Accuse pesanti da parte di Kanye West, marito di Kim Kardashian, durante il concerto a Sacramento. L’uomo ha dichiarato sul palco che il rapper avrebbe assoldato dei killer per assassinarlo. Le accuse non finiscono, West si scaglia contro Beyoncé: “Ha obbligato gli organizzatori dei Video Music Awards di MTV a darle un premio o non si sarebbe esibita”.

Insinuazioni gravissime, poi abbandona il palco. Il cantante ha annullato tutte le 21 date del tour per il suo nuovo album “The life of Pablo”. Dopo di ché è stato ricoverato contro la sua volontà, a Los Angeles.

La polizia di Los Angeles si è presentata a casa del suo personal trainer, Harley Pasternak, dopo una chiamata di emergenza. West avrebbe opposto resistenza al trasporto in ospedale. Arrivato in clinica, è stato subito sottoposto a una visita psichiatrica. Il rapper sembra essere stato ricoverato per stress, un crollo nervoso per mancanza di sonno.

Kris Jenner, suocera del rapper e madre di Kim Kardashian, ha spiegato in un’intervista che Kanye è semplicemente stanco per i molti impegni derivanti dal tour e che ha solamente bisogno di riposo. Una motivazione che sembra non bastare per giustificare le accuse pesanti rivolte ai due colleghi, che ora intraprenderanno vie legali.

“Beyoncé mi ha deluso – dice il rapper -. Quelli dei VMA mi hanno detto ‘Mr.West con tutto il rispetto per lei, le diciamo che Beyoncé vincerà il premio Video dell’anno’. Dicendo queste cose di lei io mi metto in pericolo, ma non devono più giocare contro di me. Ho sentito che ha minacciato di non cantare ai VMA se non avesse vinto il premio per il miglior video dell’anno contro di me e Drake. Fan… le vittorie. Sono qui per dirvi la verità – conclude – anche se mette a repentaglio la mia carriera e anche la mia vita. Jay Z non mi hai chiamato, so che hai i tuoi killer, ma ti prego di non inviarmeli contro”.


Tags :