Ancora regali sessisti per i nostri bambini?

  • blog notizie - Ancora regali sessisti per i nostri bambini?

Cosa regalare ai propri figli? Come districarsi fra le mille offerte che tentano loro e in primis noi?

E’ possibile che dobbiamo ancora scegliere fra ‘regali da maschi’ e ‘regali da femmine’?

Che dobbiamo strutturare e modellare attraverso pressioni di consumo la loro personalità sociale, identità, inclinazione?

Che sugli scaffali i trenini e le gru impazzano ancora sfidando principesse, trucchi e cucine giocattolo?

E se mio figlio volesse cucinare o servire il tè in deliziose tazzine? Cosa c’è di sbagliato? A cosa serve il gioco?

Senza dilungarsi sulle funzioni psicologiche e sociali del gioco, fondamentali nell’infanzia per costruirsi un’immagine di sé e della realtà esterna, va detto che il gioco è scoperta e applicazione di abilità, è rappresentazione simbolica del pensiero, è emulazione e ricchezza.

Così vedremo che i più piccini snobberanno gli articolatissimi e colorati giochi che parlano 3 lingue, cantano per loro e illuminano il firmamento di giorno: gliene possiamo far trovare di tutti i tipi e forme ma sarà sempre più interessante aprire il cassettone della cucina o chiudere una porta, accendere ripetutamente la luce o rotolarsi a terra.

E quale regalo più bello e a costo zero che dare loro la possibilità di godere insieme a noi degli spazi, di utilizzarli e scoprirli? Teniamo gli oggetti piccoli e pericolosi in alto, copriamo le prese e gli spigoli, attenzione alla tavoletta del wc e ai detersivi, e poi godiamoci i nostri cuccioli che letteralmente resteranno estasiati dal poter ‘cucinare’ con noi, lavarsi i denti assieme, stare con noi a tavola.

Allora via ai regali che possono facilitare questo naturale processo giocoso e di scoperta: una learning tower per stare in sicurezza accanto a noi mentre prepariamo le verdure, un gradino per utilizzare il wc e un set per trasformare il bidet in un lavandino personale, una bella scopina con paletta per aiutarci quando passiamo l’aspirapolvere, un minimarsupio per coccolare peluche e bambole, tanti giochi in legno naturale per perfezionare abilità occhio mano, una balance bike per le passeggiate in bici… E soprattutto del tempo passato assieme, magari all’aria aperta.

E per i maschietti?? Assolutamente le stesse cose, saranno apprezzate, gradite, utili al loro sviluppo.

E soprattutto ne faranno ragazzi più indipendenti e uomini più consapevoli.


Tags :