Le giraffe sono in “pericolo”, rischio estinzione in pochi anni

  • blog notizie - Le giraffe sono in “pericolo”, rischio estinzione in pochi anni

Le giraffe sono a rischio di estizione, gli studiosi le hanno inserite nella lista ufficiale delle specie minacciate e in pericolo nel mondo, definendole “vulnerabili”. Un salto di due gradini nella scala del pericolo di estinzione, che fino ad ora vedeva le giraffe nel gruppo meno a rischio. L’allarme arriva dai biologi dell’Unione internazionale per la conservazione della natura, i più alti animali esistenti sulla Terra, rischiano in pochi anni di scomparire. Il numero di esemplari in tutto il mondo si è ridotto del 40% nel corso di soli 30 anni.

Secondo gli esperti, durante un incontro sulla biodiversità svolto in Messico, la popolazione mondiale di giraffe nel 2015 era di circa 97 mila individui contro i 151-163 mila censiti nel 1985.  Il degrado del loro habitat è tra le cause che sta incidendo in modo maggiore sulla loro repentina diminuzione. Le giraffe sono l’unico mammifero che ha cambiato status in corso d’anno, e sono ormai quattro volte più rare degli elefanti.

Fendessi, co-direttore della Fondazione per la Conservazione delle Giraffe ha sottolineato che la popolazione di giraffe è diminuita notevolmente a causa della caccia di frodo e a malattie varie.  A mettere in pericolo le giraffe inoltre è il crescente numero di insediamenti urbani nelle aree in cui vivono, le malattie e i bracconieri.

Per questo motivo, le giraffe che tendenzialmente stanziano nelle regione dell’Africa centrale e orientale, hanno cominciato a migrare verso le regione meridionale dell’Africa. Secondo i numeri delI’UICN sono numerosissime le piante e gli animali che negli ultimi anni sono entrati nella categoria ad alto rischio. Già 860 piante sono andate estinte e 13mila sono in pericolo.

 

Immediata la reazione di esperti e gruppi animalisti che hanno sollecitato nuove politiche di salvaguardia per una specie che sta subendo «un’estinzione silenziosa». Sempre più cacciate dai bracconieri della Repubblica democratica del Congo, che le uccidono per nutrirsi della loro carne considerata ‘tenera e dolce’, le giraffe sono molto appetite anche in Tanzania, dove si crede che dal loro cervello e midollo osseo si possa estrarre una pozione efficace contro l’Aids.

Secondo i biologi, questi animali che possono raggiungere i sette metri di altezza, sono ormai quattro volte più rare degli elefanti, nonostante l’allarme per l’estinzione dei pachidermi sia alto già da diversi anni. Due delle nove sottospecie presenti in Africa sono inserite tra quelle più minacciate al mondo: la giraffa di Rothschild (solo un migliaio di esemplari in Uganda e Kenya) e quella del Niger (meno di 300 esemplari). Solo in alcune aree limitate del sud del continente si assiste a un aumento degli esemplari, per lo più confinati in parchi e riserve naturali.


Tags :