Bimbo malato si spegne tra le braccia di Babbo Natale

  • blog notizie - Bimbo malato si spegne tra le braccia di Babbo Natale babbo natale e il bimbo malato

Un bimbo malato, questa è un storia triste e di speranza allo stesso tempo. Protagonista è un bimbo malato terminale di appena cinque anni, di Knoxville, nel Tennesse il suo ultimo desiderio prima che i suoi piccoli occhi, che ancora avrebbero dovuto vedere tanto del mondo, si chiudessero per sempre era quello di incontrare Babbo Natale, parlarci con l’ultimo filo di voce rimasto, abbracciarlo e scartare il primo e l’ultimo regalo sotto l’albero di quest’anno.

Il sogno che si realizza

Quel sogno il bimbo malato lo ha realizzato, si è avvinghiato stretto al suo Santa Claus e ha esalato l’ultimo respiro, addormentandosi per sempre tra le sue braccia. A realizzare il sogno del bimbo è stato Eric Schmitt-Matzen è un uomo di 60 anni che nella vita è un ingegnere meccanico ma nel periodo di Natale si diverte a travestirsi da Santa Claus per avverare i sogni dei bambini americani. Di solito, partecipa a 80 eventi differenti ma, per il momento, non aveva cominciato ancora il suo “tour”.

Tre settimane fa era rientrato da poco a casa dopo un incontro con l’ennesimo gruppo di bambini quando ha ricevuto una telefonata urgente dall’ospedale. Dall’altro capo del telefono un’infermiera gli chiedeva disperatamente di lasciare tutto e correre al capezzale di un bimbo che aveva espresso il desiderio di incontrare Babbo Natale. «Le ho detto che mi sarei preparato al volo e sarei arrivato nel minor tempo possibile – ha detto Eric – Ma lei mi ha detto che non c’era tempo e che le mie bretelle sarebbero andate più che bene». Quindici minuti dopo era già in ospedale, dove ad attenderlo c’era la madre del bimbo che aveva comprato un regalo da consegnare al figlio.

I familiari del bimbo malato terminale

“Ho chiesto ai parenti di guardare l’incontro dall’esterno. Era steso lì e sembrava sul punto di addormentarsi. Mi sono seduto e gli ho detto che non avrebbe mai dimenticato questo Natale perché sarebbe stato il mio elfo numero uno“, ha spiegato l’uomo. “Subito dopo, ha dato un giocattolo al bambino, che non ha potuto fare a meno di sorridere. A quel punto, ha chiesto: “Dicono che sto per morire, come faccio a sapere dove sto andando?”. Eric ha tentato di consolarlo con parole calorose e incoraggianti ma per il piccolo non c’è stato nulla da fare: si è spento mentre abbracciava Babbo Natale, lasciando un vuoto immenso nella vita dei suoi familiari.

 


Tags :