Cosa succede al tuo organo genitale quando invecchi?

  • blog notizie - Cosa succede al tuo organo genitale quando invecchi?

Ecco cosa succede al tuo organo genitale quando invecchi!

N.B.: non si tratta solo di rimpicciolimento!

È proprio vero, la vecchiaia è crudele: da un lato accresce la saggezza e l’autoconsapevolezza, portando a sentirsi via via sempre più sicuri di sé e dei propri modi di fare, dall’altro lato bisogna prestare attenzione agli effetti del tempo sulla nostra pelle. E non stiamo parlando solo di rughe, capelli brizzolati, perdita di capelli, acciacchi vari.

Per metà della popolazione (e, vista la natura dell’articolo, precisamente per quella maschile) si tratta di vedere minacciata la propria virilità, soggetta ad un fuoco incrociato.

Visto che questi dettagli vengono spesso volutamente trascurati, vediamo come “cresce” il tuo organo genitale, dove per “crescita” è bene precisare non stiamo parlando di aumento delle dimensioni ma di vero e proprio decadimento:

1. Perde il suo sex appeal

I due cambiamenti certamente più evidenti riguardano il colore del glande, che a causa del minor afflusso di sangue va perdendo il suo colorito rosso, e la diminuzione di peli sul pube, indeboliti e soggetti a costante caduta per via dei valori di testosterone che vanno decrescendo con l’avanzare dell’età.

2. Si rimpicciolisce e diventa meno fashion

Il rimpicciolimento è dovuto sia alla minor quantità di sangue che le arterie dell’organo genitale possono trasportare sia alla sostituzione di cellule sane con fibre non elastiche note come collagene, che nel tempo causano un generale effetto di riduzione.

Questo fenomeno, naturale ed ineluttabile, può essere in qualche modo rallentato tenendo sott’occhio l’aumento del peso corporeo, che spesso accompagna gli uomini durante la vecchiaia. Succede infatti che man mano che la pancetta avanza, una crescente parte dell’organo genitale viene letteralmente sepolta dalla pelle della pancia, o meglio, dal cuscinetto di grasso (quella che qualcuno chiama “male dell’agnello”: ti cresce la pancia e ti cala l’uccello!).

3. Si incurva

Con l’età sopraggiunge anche qualcosa di davvero inatteso: la curvatura. E non si parla della velocità di curvatura di Star Trek, ma di una vera e propria piega che l’organo genitale tende ad assumere.

Ciò avviene per via dei ripetuti traumi ai quali il membro virile viene (forse, e qualcuno aggiungerebbe “magari”) quotidianamente sottoposto, come sport e sesso, che possono causare l’insorgere di tessuti cicatriziali che si accumulano lungo l’organo genitale. Ovviamente la natura non prevede che questo effetto avvenga in maniera simmetrica, generando la spiacevole curva in questione.

Dulcis in fundo, in alcuni pazienti anziani si è addirittura osservata un forma tipo punto interrogativo.

Se ciò non bastasse, in alcuni casi può persino causare dolore durante l’erezione, compromettendo la vita sessuale.

La soluzione: ricorrere alla chirurgia!

4. Ciondola goffamente

Detto in parole povere: lo scroto si rilassa e via via penzola sempre di più.

Questo spiacevole fenomeno è dovuto alla perdita di massa muscolare che, nei casi peggiori, porta ad avere uno scroto che entra a contatto con l’acqua quando ci si siede al wc.

Ma non temere: in altri casi si assiste ad una riduzione di volume dei testicoli.

5. Perde performance

La cosiddetta disfunzione erettile in realtà può colpire a qualsiasi età; al momento più di 30 milioni di uomini ne soffrono.

La causa principale è dovuta ad un insufficiente arrivo di sangue all’organo genitale; in pratica, un vero e proprio infarto dell’organo genitale!

Diverse le cause scatenanti, riconducibili a fattori fisici (per esempio malattie croniche e neurologiche) e psicologici (ansia, depressione, stress).

L’età (insieme a fumo, droga e alcool) non fa altro che peggiorare le cose, aumentando drammaticamente la probabilità di soffrirne.

6. Calo della libido

Con l’avanzare dell’età, il corpo è soggetto a cambiamenti ormonali che variano da uomo a uomo e che causano, in diversa misura, riduzione dell’eccitazione, difficoltà a mantenere l’erezione o a raggiungere l’orgasmo, con conseguente frustrazione per l’uomo che inevitabilmente sente (e soffre) il peso degli anni in confronto alla sua perduta vitalità da trentenne.

Infine…

Per concludere, se pensi che il tuo stile di vita ti consenta di ignorare le problematiche appena viste, sappi che non abbiamo ancora parlato di cancro alla prostata o ai testicoli, il cui rischio cresce parecchio con l’età ed è particolarmente pericoloso se sei un fan dell’abbronzatura integrale.

Insomma, rassegnati: non sarà più duro come prima ma almeno sarai più saggio e giudizioso!