Mangiare peperoncino allunga la vita e protegge il cuore

  • blog notizie - Mangiare peperoncino allunga la vita e protegge il cuore

Il cibo piccante fa bene al cuore ed accende il metabolismo. A confermarlo è una ricerca dell’Università del Vermont, negli Stati Uniti, pubblicata su Plos One.

Lo studio è stato condotto su 16 mila cittadini americani, di un età compresa fra i 18 e i 23 anni. I giovani sono stati monitorati per un periodo di 23 anni. Nel corso dell’indagine, gli scienziati hanno indagato sulla loro alimentazione. In questo modo hanno osservato che la mortalità totale tra i consumatori di peperoncino era del 21,6% rispetto al 33,6% dei non consumatori.

Dalla ricerca è emerso che gli amanti dei cibi piccanti sono per la maggior parte giovani, uomini, bianchi e sposati, con il vizio del fumo, abituati a mangiare sano, con un livello di colesterolo “buono” e con un reddito più basso. Meno istruiti rispetto a quelli che non consumavano peperoncino.

Il peperoncino rosso non solo aiuta a dimagrire, ma fa bene anche al cuore. Il consumo abituale riduce del 13% della mortalità e previene ictus e malattie cardiache. La ricerca ha dimostrato anche che la spezia piccante possiede delle proprietà antibatteriche che influiscono sulla flora intestinale, e delle sostanze nutrienti, come vitamina B, C e pro-vitamina A. Tutti componenti in grado di allungare la vita. La presenza di acidi grassi insaturi nella spezia, rinforza i vasi sanguigni e mantiene elastici i capillari, migliorando il flusso sanguigno. Inoltre riduce i trigliceridi e diminuisce il livello del colesterolo nel sangue.

Il merito di tutti questi benefici è della capsaicina, il principale componente della spezia che ha proprietà antinfiammatorie in grado di attenuare i dolori reumatici e proprietà anti-tumorali, oltre che anti-batteriche e analgesiche. È capace di accelerare il metabolismo e di modulare il flusso sanguigno delle coronarie.

Il codinatore della ricerca, Mustafa Chopan ha commentato: “Sulla base dei risultati del nostro studio, che confermano i dati ottenuti da ricerche precedenti, potrebbe essere possibile affermare che il consumo del peperoncino o di cibo piccante potrebbe diventare una raccomandazione dietetica”.


Tags :