Trainspotting 2, finalmente arriva il trailer in italiano

“Trainspotting 2” arriva ventuno anni dopo il cult. Stesso regista, Danny Boyle stessi protagonisti non più drogati, non più giovani sballati ma quattro amici, ora uomini, con nuovo vizio illegale: il porno. A Edimburgo è andata in scena la prima del film con tutti i protagonisti, in Italia arriverà a metà febbraio.

Uno dei capolavori della cinematografia britannica, per opera di Danny Boyle che uscì il 23 febbraio 1996. Con un budget di un milione e mezzo di sterline che ne incassò settanta volte di più. Margaret Thatcher era un ricordo e Tony Blair si apprestava alla marcia trionfale verso Downing Street, conquistata nel 1997.

Il sequel che il prossimo mese uscirà nelle sale cinematografiche italiane, è l’adattamento del romanzo “Porno”, scritto da Irvin Welsh. Tra gli attori, Ewen Bremner, Jonny Lee Miller, Robert Carlyle e Ewan McGregor che confessa: “il copione era intelligente e noi eravamo entusiasti di interpretare di nuovo questi personaggi. C’è qualcosa in loro di familiare, come se fossero nostri amici”.

Lo scrittore del romanzo, preferisce il secondo film perché più stratificato e molto più profondo. Il primo era solo la mostra di un mondo che la gente non sapeva esistesse. Ventuno anni di storia del Regno Unito, di innovazione e di decadenza, di una società che non smette di inseguire nuovi sogni o nuove illusioni e di nascondere i suoi vizi, le sue precarietà.

“Trainspotting 2” è stato già trasmesso ad Edimburgo. A colpire maggiormente gli spettatori è la scena iniziale e quella finale in cui, Mark, il protagonista tossicomane afferma: “Scegliete la vita, scegliete un lavoro, scegliete una carriera, scegliete un maxi televisore del cazzo, scegliete un futuro… io ho scelto di non scegliere la vita”. In chiusura invece: “Sono cattivo ma cambierò”.


Tags :