Sanremo, svelata scenografia del palco: luci e suoni stile music hall

  • blog notizie - Sanremo, svelata scenografia del palco: luci e suoni stile music hall

La scenografia del teatro Ariston per la sessantasettesima edizione del Festival di Sanremo è pronta. Sarà una music hall tecnologica realizzata dallo scenografo Riccardo Bocchini.

Ogni anno la scenografia del Festival della canzone italiana sorprende gli spettatori, nel corso della storia della kermesse si è passati dall’uso dei fiori più belli, simbolo della città, fino alla tecnologia di oggi. Il progetto è nato da una sagoma di cartoncino ritagliato da una fustella. Lo scenografo Bocchini, che da tre anni cura la scenografia del festival, quest’anno ha voluto creare l’effetto pop up, elementi che generalmente siamo abituati a vedere nei nostri computer o telefonini: finestre o riquadri, che compaiono automaticamente dietro il palco per attirare l’attenzione del pubblico.

Il palco quest’anno sarà un ambiente avvolgente dove la scenografia si è unita alla grafica e alla tecnologia. I materiali utilizzati sono diversi, dalla stoffa al ferro fino ai pannelli tecnologici. Come in un’interfaccia, tutti gli elementi si comprimono e si estendono da un unico elemento, la scala centrale motorizzata. Questa sarà il fulcro della scenografia e creerà un continuum tra platea e palco. I cantanti in esibizione avranno la sensazione di essere avvolti da luci, pubblico e suoni. Alle spalle dei conduttori, ci sarà un maestoso ledwall di ultimissima generazione con giochi di luci e movimenti di più piani prospettici incrociati. l’idea è quella di rappresentare lo spazio scenico visto da più angolazioni.

Per la realizzazione del progetto, fondamentale è stato il supporto della tecnologia, 20 motori permetteranno alla scala centrale di compiere movimenti diversi e al sipario Kinetc di scendere dall’alto, l’effetto darà giochi scenografici d’effetto. L’orchestra non occuperà la parte più bassa del palco come in genere siamo abituati a vedere, quest’anno si posizionerà nelle parti laterali dell’ingresso. Musicisti e direttore d’orchestra racchiuderanno il palco e creeranno un ambiente avvolgente ed intimo.

Bocchini ha presentato oggi la sua scenografia, ma non svela tutti i dettagli. Il suo progetto lascia spazio ad altre sorprese che potremo conoscere solo guardando il grande evento musicale a partire dal 7 febbraio.


Tags :