Seconda prova maturità: al Classico latino, allo Scientifico matematica

  • blog notizie - Seconda prova maturità: al Classico latino, allo Scientifico matematica

Svelate le materie per la seconda prova scritta della maturità 2017che si aprirà mercoledì 21 giugno con lo scritto di Italiano: latino al Classico, matematica allo Scientifico e scienze umane negli ex Istituti magistrali.

Nessuna sorpresa per i 100mila studenti dello Scientifico che temevano la prova scritta di fisica. In quest’ultimo caso, il ministro Valeria Fedeli ha operato una scelta di buon senso, considerato che la fisica allo Scientifico prevede ancora poche ore di insegnamento rispetto alla matematica e insegnanti e studenti hanno manifestato in tutti i modi il loro dissenso.

Dal 2018, ha annunciato lo stesso inquilino di viale Trastevere, cambieranno punteggi, soglia per l’ammissione agli esami e prove scritte.

I 500mila ragazzi e ragazze dell’ultimo anno inizieranno gli esami con la prova scritta di italiano, sotto forma di analisi del testo, saggio breve/articolo di giornale, tema a carattere storico e tema di attualità. Per la seconda prova scritta – in programma giovedì 22 giugno – è prevista la lingua straniera 1 al Liceo linguistico, discipline artistiche e progettuali, caratterizzanti l’indirizzo di studi al Liceo artistico; teoria, analisi e composizione al Liceo musicale; tecniche della danza al Liceo coreutico.

Al tecnico, Economia aziendale per l’indirizzo Amministrazione, Finanza e Marketing; Discipline turistiche e aziendali per il Turismo; Impianti energetici, disegno e progettazione per l’indirizzo Meccanica, Meccatronica ed Energia – articolazione Energia; Struttura, costruzione, sistemi impianti del mezzo per l’indirizzo Trasporti e Logistica; Topografia per l’indirizzo Costruzioni, Ambiente e Territorio.

Per gli istituti professionali, Scienza e cultura dell’alimentazione per l’indirizzo Servizi enogastronomia e ospitalità alberghiera – articolazione Enogastronomia; Tecniche professionali dei servizi commerciali per l’indirizzo Servizi commerciali; Tecniche di produzione e di organizzazione nell’indirizzo Produzioni industriali e artigianali – articolazione Industria; Linguaggi e tecniche della progettazione e comunicazione audiovisiva per l’indirizzo Produzioni industriali e artigianali – articolazione Industria, opzione Produzioni audiovisive.

Ancora per quest’anno, saranno tre le prove scritte su cui dovranno scervellarsi i maturandi, con l’ultima (quella confezionata la mattina stessa dalla commissione esaminatrice) in programma lunedì 26 giugno. Per l’ultima volta, se andrà in porto il decreto legislativo sulla Valutazione all’esame delle camere, ad ogni prova scritta la commissione potrà attribuire al massimo 15 punti. E 30 al colloquio finale.

La carriera scolastica peserà invece 25 punti al massimo raccolti nell’ultimo triennio. Bonus max di 5 punti per coloro che riportano almeno 15 punti di Credito e 70 punti nelle prove d’esame E lode per i cervelloni.

“La nuova maturità non sarà più facile”. Ha commentato così oggi il ministro Fedeli – in audizione nelle commissioni Cultura e Istruzione di Camera e Senato – il nuovo esame di maturità. Per il titolare del dicastero di viale Trastevere, ritenere “che una sola insufficienza non è motivo per non essere ammessi è un modo di osservare e valutare meglio, in modo più attento e approfondito”. Rispetto al dlgs attuativo della Buona scuola che modifica l’esame di Stato, Fedeli ha poi sottolineato come a cambiare nell’approccio sarà “il processo di valutazione”.

Certo, ha aggiunto, “si sono ridotte a due le prove, ma la seconda potrà essere multidisciplinare. L’esame sarà così “più semplice nelle modalità, ma non per questo più facile”. Fedeli ha spttolineato che parlare di 6 politico è sbagliato, si vuole invece “valutare il curriculum formativo degli studenti come avviene anche in altri Paesi europei”.

“Sono sicura – conclude la ministra – che con impegno e dedizione e con la guida sapiente delle vostre e dei vostri docenti affronterete questa prova nel migliore dei modi possibili. Vi invito a studiare e a consolidare la vostra preparazione. Vi faccio un grandissimo in bocca al lupo. So che ce la farete”.


Tags :