Peppe Vessicchio processa i talent: “non ci sono piú canzoni buone”

  • blog notizie - Peppe Vessicchio processa i talent: “non ci sono piú canzoni buone”

 Peppe Vessicchio processa i talent: “Da 8 anni non escono canzoni buone”. Vince Tempera: “Cantano tutti alla stessa maniera”

Peppe Vessicchio e Vince Tempera d’orchestra sono stati intervistati da Gente ed Avvenire. Molte sono state le critiche al format musicale del momento. Ma i cantanti Alessandra Amoroso, Marco Mengoni, Noemi ed Emma Marrone si salvano da tutto questo… o no?

Il maestro Peppe Vessicchio racconta

Peppe Vessicchio ha cosí dichiarato parlando delle ultime edizioni del Festival Di Sanremo.

“Oggi i talenti soffrono di un’omologazione che impedisce loro di esprimersi in modo originale. Il mercato è complice: troppo spesso i primi 15 posti in classifica si somigliano per stile melodico e realizzazione. Delle canzoni uscite dai talent non me ne piace neanche una. Le migliori riguardano Mengoni, la Amoroso e Noemi. Dobbiamo tornare indietro di almeno otto anni”.

“Quando Maria De Filippi mi fece lavorare su Sentimento, poi lo cantò Valerio Scanu, indiscutibile talento di Amici”
Ecco quali sono state le parole in merito alla canzone Sentimento.  Sulla co-conduttrice del 67° Festival di Sanremo e su Valerio Scanu.

Le dichiarazioni di Vince Tempera

Vince Tempera, collega di Peppe Vessicchio, ha cosí parlato all’Avvenire:

“E’ il caso di dirlo, amen, e di mettersi il cuore in pace perché con questo sistema i ragazzi che futuro avranno? Che fine ha fatto dopo dodici mesi la Francesca Michielin?”.
“Non è per fare il disfattista, io lavoro tutti i giorni con i giovani. Dobbiamo peró essere onesti: questi dei talent cantano tutti alla stessa maniera. I vocal coach sono sempre gli stessi e spesso si tratta di cantanti con scarsa storia, inaciditi dal loro insuccesso personale. Le voci, poi, vengono selezionate sempre con lo stesso criterio. Maria De Filippi ma anche gli altri talent come The Voice o X Factor non ascoltano proprio il giovane che fa rock o che provi a cimentarsi nel cantautorato. Nei corsi che tengo, da Altamura a Sanremo, l’85% delle nuove proposte sono femminili. Purtroppo in tv non ci arrivano e dopo i primi ‘no’ mollano e non considerano più la musica neppure come un piacevole hobby.  Il motivo? Sono stati educati a raggiungere il quarto d’ora di celebrità ad ogni costo, altrimenti, pensano, sei un fallito/a ed è meglio lasciar perdere per sempre”.
Diventa difficile accettare la sconfitta quando dai talent vengono eliminati i loro idoli come Mengoni, Emma Marrone, Alessandra Amoroso.
“Sì, ma di chi stiamo parlando? Sono cantanti bravini però mi viene da ridere quando vengono osannati per i dischi di platino conquistati. Ormai quelli si vincono dopo aver venduto 25mila copie.  […] Sono gli stessi che hanno ridotto la musica a mero spettacolo televisivo, non ultimo Sanremo”.

Tags :