Gucci riceve il no da Atene: ”Nell’Acropoli non si sfila”

  • blog notizie - Gucci riceve il no da Atene: ”Nell’Acropoli non si sfila”
    credit photo: pagina facebook Gucci

Gucci ha offerto 2 milioni di euro per i lavori di restauro dell’Acropoli in cambio di 10 minuti di sfilata, ma la commissione archeologica della Grecia ha detto di no

La maison fiorentina Gucci, da quando è diretta da Alessandro Michele, è uno dei brand che sta avendo più successo, grazie anche alle sue idee a dir poco geniali. Lo stilista è stato infatti uno dei primi a sfilare a Westminster. Così aveva il desiderio di portare i suoi abiti all’interno del Partenone per creare una passerella fuori dagli schemi, ma la sua proposta è stata subito bocciata, nonostante abbia offerto 2 milioni di euro per il restauro non solo del tempio ma di tutta l’Acropoli.

credit photo: pagina facebook Gucci

credit photo: pagina facebook Gucci

Non si è trovata una soluzione tra la maison e la commissione archeologia che ha subito detto: “Il valore e il carattere dell’Acropoli è incompatibile con un evento di questo tipo, non abbiamo bisogno di pubblicità.

Il no sembra categorico, nonostante la crisi che sta colpendo da diversi anni la Grecia. Ricordiamo però che l’Acropoli ha fatto da passerella a Dior nel 1951 e che le sue colonne doriche sono state utilizzate per molti spot televisivi.

Arte e Moda

Arte e Moda, due mondi che non sempre riescono ad unirsi facilmente, come si evince da questo episodio. Mentre per Roma è stato molto più semplice questo legame come dimostrano i numerosi eventi (Fendi per Trevi, Della Valle per il Colosseo, Bulgari per Trinità dei Monti), per lo stato Ellenico questo rapporto non riesce a consolidarsi. In fondo anche la moda è un’arte.

loading...

Tags :