Autoerotismo con un giocattolo: condannata la baby sitter hard

  • blog notizie - Autoerotismo con un giocattolo: condannata la baby sitter hard

Autoerotismo con un giocattolo, condannata la baby sitter scoperta grazie alle telecamere.

Bisogna stare molto attenti quando si affidano i bambini ad estranei. Bisogna sempre assicurarsi che si tratti di persone fidate, ma la tranquillitá non è mai abbastanza.

Autoerotismo con un giocattolo: ecco come sono avvenuti i fatti

La famiglia, decide di controllare casualmente le immagini del loro impianto di video-sorveglianza. Telecamere installate all’interno dell’abitazione per sicurezza personale. Il caso vuole che la famiglia scopre che la baby-sitter alla quale avevano affidato la loro figlia non era la ragazza che credevano. La baby sitter ha compiuto atti di autoerotismo con un giocattolo di fronte alla figlia di appena tre anni. Il mezzo utilizzato era un’aspirapolvere finta appartenente alla bimba.

La baby sitter ha fatto tutto da sola, senza coinvolgere fortunatamente la bambina. Il tutto è avvenuto autonomamanete nel Pordenonese.

La donna, sud americana, è stata subito denunciata,. Dopo il processo è stata condannata ad un anno con la condizionale per corruzione di minori.


Tags :