Domenica Live, Leotta contro Balivo e Cascello contro Dayane Mello

  • blog notizie - Domenica Live, Leotta contro Balivo e Cascello contro Dayane Mello

Domenica Live ha visto accendersi oggi grandi dibattiti tra Diletta Leotta e Caterina Balivo e Carina Cascello e Dayane Mello.

“Donne contro Donne”

Il tema della giornata era “donne contro donne”. Gli argomenti che hanno scatenato il dibattito sono stati: l’abito scelto da Diletta Leotta al Festival Di Sanremo 2017, l’imitazione di Sandra Milo da parte di Virginia Raffaele. L’abito con lo spacco nel mezzo di Dayane Mello che ha fatto “scandalo” sul red carpet del festival Di Venezia. Le foto scattate da Asia Argento a Giorgia Meloni con critiche annesse riguardanti il suo fisico post gravidanza.

I toni infuocati di Domenica Live

Le polemiche partono dalla critica mossa da Caterina Balivo nei confronti della Leotta. Ricordiamo tutti il velenosissimo tweet della Balivo che criticava l’abito scelto dalla Leotta al Festival. Poi si passa alle polemiche della figlia di Sandra Milo che ha criticato Virginia Raffaele per l’imitazione della madre. Gag che non le è affatto piaciuta. Parole su amanti e trasgressioni di Sandra Milo che non sono andate giú alla figlia.

Karina Cascello e la Mello erano entrambe in studio. Gli animi si scaldano subito tra loro. In particolar modo la polemica si accende quando la Cascello sostiene che la modella sia ricordata oggi solo per quell’abito cosí provocante e non per la sua intelligenza.

Affermazione condivisa da altre persone presenti in studio. La Mello inizia a respingere con forza le critiche mosse ed a calmare gli animi ci ha pensato Lory Del Santo. Ha pensato bene di invitare la Mello a sorridere e ha cosí commentato:

“Ha un corpo che è peccato coprire”. “Però sei fai scelte del genere, dovresti avere maggiore ironia”.

Il commento di Platinette

Anche Platinette sembra voler dire la sua in merito a tutte queste polemiche.
“Non c’entra la questione della minigonna che provoca gli uomini, tirata in ballo da Maria De Filippi. Il tema è un altro: è che la minigonna magari a un funerale potrebbe non essere adatta”.

E se l’abito della Leotta poteva anche andare bene per il festival, in studio ci si chiede se non fosse il tema affrontato ad essere sbagliato.

L’imitazione di Sandra Milo da parte della Raffaele

Sotto i riflettori, anche il caso dell’imitazione di Sandra Milo da parte di Virginia Raffaele.
“Io credo che Virginia Raffaele sia una grandissima attrice che potrebbe usare l’ironia come arma e invece non lo fa, la usa nel modo più facile, con commenti da ragazzini, come: Mani grandi, c…. piccoli – dice Sandra Milo –  Il fatto che attacchi così fortemente le donne non mi piace. Io le donne le amo”.
“È vero che la parodia deve anche essere feroce, ma io l’ho trovata solo volgare – è stato il commento della figlia della Milo, Azzurra – Non l’ho trovata divertente, non mi ha strappato neanche mezzo sorriso”.
“È vero che io non ho mai nascosto i miei amori  ma  non ne ho mai fatto questione di sesso”.
La Milo ha parlato in studio della telefonata ricevuta subito dopo da Virginia Raffaele. La Raffaele ha smentito di averle telefonato.
“Lei mi ha detto che mi vede come una perenne bambina tutta rosa ed io l’ho trovato così svilente. Come fa una donna a vedere un’altra donna come una bambina tutta rosa? Io credo che Virginia Raffaele sia bravissima ma credo anche che avrebbe bisogno di essere consigliata o di avere degli autori”.

Virginia Raffaele ha davvero chiesto scusa a Sandra Milo?

Il mistero su questa chiamata rimane. E più in generale rimane misterioso quale sia il senso del buongusto, dimenticato forse tra tutte queste chiacchiere.

 


Tags :