Varese, sorelline assalite da due pitbull mentre giocavano: sono gravi

  • blog notizie - Varese, sorelline assalite da due pitbull mentre giocavano: sono gravi

Tragedia sfiorata ieri a Varese, dove due bambine di 4 e 5 anni sorelle tra loro, sono state aggredite da due pitbull a Olgiate Olona (Varese).

Una delle due, ha riportato ferite plurime al volto e d è stata trasportata in elicottero a Monza dove è stata ricoverata con prognosi riservata ma non è in pericolo di vita.

Gravi anche le condizioni della sorella, trasportata in ambulanza all’ospedale di Legnano, anche lei vittima di morsi al capo. Sul posto sono intervenuti i carabinieri di Busto Arsizio. I due cani sono di proprietà di un’amica della madre delle bimbe e sembra che siano riusciti a uscire da un recinto dove la padrona li teneva rinchiusi.

Per le due bambine sessanta giorni di prognosi per «scalpatura» del capo e un’operazione in corso per sanare le ferite al volto e alla testa.

La maggiore, ha riportato fratture alle ossa nasali, della faccia, oltre a ferite profonde al viso e in altre parti del corpo, e l’intervento è servito a ricostruire le parti di ossa spezzate dalle fauci dei due animali. A quanto si apprende, uno dei cani le ha asportato con un morso gran parte del cuoio capelluto. La prognosi è di sessanta giorni.

La minore, quattro anni, ha subito un intervento chirurgico per le gravi ferite al volto e alla testa riportate in seguito ai morsi dei due animali.

Sembra che le due bimbe stesssero giocando in giardino, appena arrivate a casa di amici di famiglia. Questione di un attimo, e sono state aggredite da due grossi pitbull, sfuggiti non si sa bene come dal recinto in cui erano chiusi.

Secondo quanto ricostruito fino a questo momento, i due pitbull, una volta liberi, sono saltati addosso alle bambine, apparentemente senza motivo. Le hanno azzannate ripetutamente al viso e alla testa.

I carabinieri hanno denunciato a piede libero per omessa custodia di animali e lesioni colpose aggravate la 45enne padrona dei due grossi pittbull.
I militari vogliono per capire come siano potuti uscire e oggi probabilmente ascolteranno la mamma delle bimbe, ancora sotto shock per l’accaduto. Era con loro al momento dell’aggressione, mentre la coppia di amici era in casa.

I due pitbull sono stati affidati ad una struttura specializzata in attesa di eventuali decisioni dell’autorità giudiziaria.


Tags :