Multe più care agli automobilisti: attenzione ai segnalatori luminosi

  • blog notizie - Multe più care agli automobilisti: attenzione ai segnalatori luminosi multe

Multe salate per chi tiene accesi i fari abbaglianti di auto e motori sulle strade extraurbane. La polizia stradale sta vigilando anche sull’uso improprio di “quattro frecce” e retronebbia.

Quante volte è capitato di essere alla guida dell’auto e trovarsi infastiditi dalle luci abbaglianti delle auto davanti a noi o da quelle riflesse dallo specchio retrovisore? In strada si sta facendo sempre più un uso scorretto delle luci di moto e auto e spesso gli automobilisti non conoscono le sanzioni che si rischiano.

Secondo l’art. 153 del Codice della Strada l’obbligo di tenere accese le spie luminose di auto e delle moto scatta mezz’ora dopo il tramonto del sole a mezz’ora prima del suo sorgere. Ogni automobilista ha l’obbligo di accendere i fari in caso di:

  •  gallerie
  •  nebbia
  •  caduta di neve
  •  forte pioggia
  •  retromarcia e
  •  tutti i casi in cui la visibilità è scarsa.

Il comma 2, invece, precisa i casi in cui i proiettori non devono essere usati:

  • nebbia
  • fumo
  • foschia
  • nevicata in atto
  • pioggia intensa

È severamente vietato prolungare l’uso degli abbaglianti nel caso in cui si possano incrociare altri automobilisti alla guida, perché questo potrebbe infastidire la loro visibilità e generare distrazione.

Quando è consentito l’uso dei fari più alti?

L’intermittenza dei fari abbaglianti è consentito per richiamare l’attenzione degli automobilisti, per segnalare l’intenzione di sorpassare sia durante il giorno che nelle ore notturne. Fuori dei centri abitati l’uso è consentito quando manca l’illuminazione esterna.

Violare l’art.153 comporta delle sanzioni amministrative dal costo di 84 euro fino a 335.

Quando è il caso di azionare le “4 frecce”?

Sulle strade ci sarà più rigore anche riguardo l’uso delle “quattro frecce”. Queste spie luminose vanno utilizzate, infatti, nei casi di

  • ingombro della carreggiata oppure durante il tempo necessario a collocare il triangolo di pericolo mobile nel caso di un problema al mezzo.
  •  velocità particolarmente ridotta per problemi di avaria al motore dell’auto
  • quando si verificano rallentamenti o incolonnamenti improvvisi,
  • i casi in cui la fermata di emergenza potrebbe rivelarsi pericolosa per gli altri automobilisti.

L’uso improprio dei 4 segnali luminosi comporta una sanzione amministrativa del costo di 41 euro fino a 168.

Quando si possono accendere i retronebbia?

I retronebbia vanno accesi solo quando necessario perché possono abbagliare od ostacolare gli altri automobilisti aumentando così il rischio di incidenti.


Tags :