USA, non vuole concedersi al marito e lo avvelena lentamente

  • blog notizie - USA, non vuole concedersi al marito e lo avvelena lentamente

Andrea Heming è una donna americana stanca di soddisfare le voglie del marito, così per due lunghi anni lo ha lentamente avvelenato. L’uomo, Ralph, per mesi si è chiesto cosa gli stesse succedendo: continuava a soffrire di diarrea, aveva perdite di sangue dal naso e viveva in uno stato confusionale.

Solo dopo un po’ di tempo ha capito: sua moglie lo stava lentamente avvelenando, facendolo spegnere poco alla volta, giorno dopo giorno, per sottrarsi alle attenzioni sessuali del marito. Il piano diabolico di Andrea Heming è stato bloccato prima che fosse troppo tardi: sarebbe dietro le sbarre di un carcere del Nevada se dal 2015 non si fosse data a una fuga lasciando il Paese e andando a vivere in Messico.

Già da due anni Andrea avvelenava il cibo del marito: in particolare, gli investigatori hanno scoperto che tutte le mattine la donna metteva acido borico, una sostanza chimica usata come insetticida, nel latte e nei cereali di Ralph.

La polizia ha trovato tracce di veleno anche in bevande energetiche e nella panna. Un lento avvelenamento di cui Ralph si è accorto in tempo, denunciando la moglie. Andrea è stata costretta a confessare. «Non volevo ucciderlo – ha detto agli investigatori – Volevo dargli problemi, quel tanto che bastava, per evitare che avesse un’erezione». La notte prima della condanna, però, Andrea è fuggita e da allora ha fatto perdere le sue tracce.

«Sono rimasto molto sorpreso – ha detto Ralph – Pensavo avessimo un sistema migliore per tenere traccia dei delinquenti. Non posso credere che mi abbia fatto questo. Per otto mesi ho continuato ad avere crampi allo stomaco e stavo sempre male. Poi, quando ho capito il perché, mi sono ricordato di un aneddoto che Andrea mi aveva raccontato: mi disse che aveva fatto l’assistente di volo e una volta, per sedare un passeggero indisciplinato, mise del sedativo nel suo drink. Tutto questo è incredibile».

Adesso, dopo due anni di piste sbagliate e di vicoli ciechi, la polizia sembra essere sulla buona strada per rintracciare la donna: Andrea si nasconde in Messico e gli investigatori sono a un passo dal riacciuffarla. Una volta dietro le sbarre rischierà fino a quindici anni di carcere.

 


Tags :