Insegnanti sospese dalla scuola, minacce e schiaffi agli alunni

Sospese due maestre di una scuola elementare calabrese. Picchiavano e minacciavano gli alunni, le indagini erano iniziate tre mesi fa.

È successo ad Oppido Mamertina, in una scuola elementare in provincia di Reggio Calabria. Le colpevoli sono due insegnanti di 49 anni, sorprese dalle telecamere a schiaffeggiare e a minacciare gli alunni. Le indagini sono state avviate lo scorso novembre dopo le denunce di alcuni genitori.

I carabinieri  egli investigatori hanno monitorato le ore scolastiche degli alunni per circa 90 giorni. “Somari, bestie” in dialetto stretto le due insegnanti urlavano agli alunni. Questi ultimi erano costretti ad entrare in classe senza fiatare a forza di spintoni e scappellotti da parte delle due insegnanti.  “Non capite niente, vi taglio le mani, vi ammazzo” urlava una maestra.

I segnali al volto e al corpo di molti alunni hanno preoccupato i genitori che hanno lanciato l’allarme agli agenti. I bambini avevano manifestato paura nel voler andare a scuola. Le due insegnanti sono state sospese dalla loro attività, un’ordinanza, emessa dal gip del Tribunale di Palmi.

Questo non è il primo caso di maltrattamento contro gli alunni. Già lo scorso novembre altre due insegnanti sono state arrestate per il loro comportamento aggressivo nei confronti degli alunni di una scuola.


Tags :