Non accetta la separazione e si schianta in auto con la moglie: morti

  • blog notizie - Non accetta la separazione e si schianta in auto con la moglie: morti

A due giorni dalla separazione un uomo sale in macchina con la moglie e si schianta contro un camion: entrambi hanno perso la vita. È stata aperta, e subito chiusa, l’inchiesta sulla morte di Antonio Facchin e della sua ex moglie Vanna Meggiolaro, avvenuta martedì scorso nel Vicentino.

Il sospetto, confermato da una telefonata, era che i due non fossero rimasti vittime di un drammatico incidente stradale ma che dietro lo schianto ci fosse un vero e proprio piano organizzato dall’uomo, che guidava l’auto, pochi giorni prima dell’udienza di separazione dalla donna che aveva sposato 25 anni fa.

Forse non aveva accettato la decisione, o almeno solo in apparenza se n’era fatto una ragione, tanto che aveva lasciato la casa coniugale e si era trasferito.

Nell’ultima telefonata fatta dalla donna, recuperata dagli inquirenti, avrebbe detto: “Mi ammazza, questo vuole che ci ammazziamo”; alla luce di questa importante informazione, il fascicolo aperto per omicidio volontario è stato chiuso per la morte del reo.

La macchina su cui la coppia viaggiava aveva improvvisamente cambiato corsia, su una strada regionale nella zona di Gambellara, schiantandosi frontalmente con un camion.

Nessun segno di frenata sull’asfalto, ed era stato questo il primo elemento a far scattare le indagini, oltre ai recenti fatti che hanno coinvolto Facchin: un anno fa aveva minacciato l’avvocato della moglie con una pistola giocattolo, e in questi mesi avrebbe dovuto affrontare un’udienza per le accuse di maltrattamenti.

La figlia aveva chiamato l’avvocato della coppia, martedì, in preda al panico: «Mamma non risponde, sono preoccupata, forse è con papà ». Un presentimento diventato certezza quando i militari l’hanno convocata in caserma per darle la drammatica notizia.

La via dove i 50enni vivevano con la figlia è ai margini della frazione. «Brave persone – assicura una vicina di casa – purtroppo, da un anno e mezzo avevano deciso di separarsi. Sapevamo che c’era qualche tensione».