Telethon dona 360 mila euro per la ricerca sull’Alzheimer

  • blog notizie - Telethon dona 360 mila euro per la ricerca sull’Alzheimer telethon

Telethon sostiene il progetto di ricerca sulla cause del morbo di Alzheimer. L’università di Padova è stata selezionata fra i 17 atenei finanziati nel 2017.

Obiettivo della ricerca è verificare se l’accumulo di calcio nei mitocondri possa portare alla morte della cellula. Uno studio che approfondisce sulle cause di una delle malattie neurodegenerative più diffuse al mondo. Telethon investe circa 360 mila euro per la ricerca, con l’intento di consentire alla medicina la creazione di un farmaco terapeutico.

Il rettore dell’Università di Padova, Rosario Rizzuto che continua a fare ricerca è orgoglioso di questo nuovo progetto. A lavorare sulla ricerca c’è anche Tullio Pozzan, direttore del dipartimento di Scienze Biomediche del Cnr e membro dell’Accademia delle Scienze degli Stati Uniti.

La ricerca

Telethon ha messo a disposizione la cifra di 360 mila euro per una ricerca della durata di tre anni. A questo nuovo progetto lavoreranno anche due giovani ricercatori appena assunti. Lo studio cercherà di indagare sui meccanismi che innescano la morte delle cellule nervose. Si analizzerà sul contributo dell’accumulo mitocondriale dello ione Ca2+ sulle cellule nervose. Questo è essenziale per mantenere elevata la produzione di energia. Tuttavia, un eccessiva quantità può portare alla morte cellulare. Si analizzeranno topi affetti dalle forme genetiche di Alzheimer per capire se il blocco del sovraccarico mitocondriale di Ca2+ è in grado di impedire la morte delle cellule nervose.

Rosario Rizzuto non ha mai smesso di frequentare il laboratorio dell’ateneo, un lavoro che lo appassiona. Ringrazia Telethon per questa grande opportunità anche se per lui non è la prima. Per il direttore dell’università di Padova questo è il sesto progetto sostenuto da Telethon, l’ottavo in cui è cotitolare.

Da lunedì 13 marzo a mercoledì 15 si terrà la tradizionale convention Telethon di Riva del Garda. La fondazione riunirà gli scienziati finanziati per fare il punto della situazione e analizzare i progetti futuri.


Tags :