Voucher e appalti, fissato il referendum per il 28 maggio

  • blog notizie - Voucher e appalti, fissato il referendum per il 28 maggio

Palazzo Chigi ha dato il via libera al decreto per l’indizione dei referendum popolari relativi alla “abrogazione di disposizioni limitative della responsabilità solidale in materia di appalti” e alla “abrogazione di disposizioni sul lavoro accessorio (voucher)”. Le consultazioni referendarie si svolgeranno domenica 28 maggio 2017.
«Ora avanti con la campagna elettorale, ci prepariamo a questa sfida: abbiamo davanti un periodo impegnativo e lo utilizzeremo in tutti i modi», ha commentato il segretario generale della Cgil, Susanna Camusso, ricordando che la manifestazione prevista a Roma l’8 aprile che «sarà l’occasione per rilanciare i temi referendari. Sarà una campagna elettorale molto impegnativa, ma questo non ci spaventa».
Nel corso dello stesso consiglio dei ministri è stata indetto una ‘Giornata della memoria dei caduti dei Servizi di informazione per la sicurezza’, che sarà celebrata il giorno 22 marzo di ogni anno.
Su proposta, poi, della ministra della salute Beatrice Lorenzin, è stato anche rinnovato l’incarico di Segretario generale del ministero conferito a Romano Marabelli.

La segretaria della Cgil ha dettato le condizioni per evitare il referendum: permettere cioè l’utilizzo soltanto alle famiglie e “per retribuire la prestazione occasionale di disoccupati di lunga durata, pensionati e studenti”. A patto, inoltre, che all’Inps resti l’esclusiva sulla vendita.

Intanto dalla segretaria della Cgil arriva il nuovo invito ad accorpare la consultazione referendaria con quella delle amministrative: “Avevamo proposto l’election day e rinnoviamo questa richiesta”., ha detto a margine di un evento delle fondazioni Basso e Eber., Camusso ha spiegato: “Vista la data scelta, sarebbe possibile far coincidere il referendum con le elezioni amministrative e non perchè ci preoccupa il quorum, i Comuni al voto non sono tantissimi, sarebbe solo una scelta oculata, in un’ottica di finanza pubblica”.

A proposito della data fissata oggi dal cdm, la leader Cgil ha commentato: “Ora avanti con la campagna elettorale, ci prepariamo a questa sfida: abbiamo davanti un periodo impegnativo e lo utilizzeremo in tutti i modi”.


Tags :