Emma Watson hackerata, tutto finisce in rete [FOTO]

Emma Watson hackerata – Si tratta dell’ultima star finita sotto il mirino degli hacker.

Emma Watson hackerata

Si era giá parlato di lei per via della foto pubblicata su Vanity Fair. Foto che ha creato scalpore tra i fan in quanto, secondo loro, andava contro la sua politica femminista della quale si é sempre fatta portavoce. Questa volta si ritorna a parlare di lei per via di uno scandalo. Al centro del mirino degli hacker sono finite due famosissime attrici, Emma Watson e Amanda Seyfried.

Secondo il “Guardian” i pirati informatici sono riusciti ad impossessarsi di alcune foto private. Foto scattate durante una prova vestiti di due anni fa. La protagonista Hermione Granger in Harry Potter é stata fortunata. Le foto sottratte non contengono infatti nudi.

Tutto il materiale é stato veduto nel cosidetto “dark web”, la rete criptata usata dai criminali e dai terroristi. I legali della Watson hanno giá fatto denuncia contro ignoti. La speranza é che si possa far luce sull’ennesimo caso di Vip che vengono spiati.

Emma Watson – La bella e la bestia

L’attesissimo film de “La bella e la bestia” arriva nelle sale cinematografice italiane oggi. Emma Watson ha dichiarato di aver accettato il ruolo con molta felicitá perché si rivede molto nel personaggio. Un cast a dir poco stellare per il film targato Disney. Emma Watson nel ruolo di Belle, Dan Stevens in quello della Bestia, Luke Evans nei panni dell’affascinante ma superficiale Gaston. Kevin Kline nelle vesti del padre di Belle e Josh Gad nei panni di Le Tont, il piagnucoloso tirapiedi di Gaston.

Le star internazionali come Celine Dion, Ariana Grande, John Legend e Josh Groban sono stati coinvolti per interpretare alcuni brani della colonna sonora. Quest’ultima é stata scritta dal pluripremiato compositore Alan Menken. Alcune canzoni originali del cartone Disney sono state tolte. Altre sono state aggiunte. Un film che si preannuncia emozionante e che comunque manterrá un tono da storia d’amore per famiglie.

loading...

Tags :