I benefici di un bicchiere di vino… e alcuni luoghi comuni

  • blog notizie - I benefici di un bicchiere di vino… e alcuni luoghi comuni vino

Molti medici consigliano di bere un bicchiere di vino al giorno perché si dice che faccia bene alla salute. Ma quali sono i vantaggi di bere un bicchiere di vino ogni giorno.

Il vino è salutare se bevuto in quantità moderata, quantità che, secondo gli esperti, corrisponde ad un bicchiere al giorno. Stiamo parlando di vino rosso consumato durante la cena o il pranzo.

I ricercatori affermano che il consumo di 22-32 grammi di alcol al giorno ha un effetto “protettore” della salute.

I benefici

Un bicchiere di vino rosso al giorno aiuta a prevenire molte malattie cardiovascolari, sia negli uomini sia nelle donne. Serve anche a trattare patologie e disturbi come il diabete, la demenza o l’osteoporosi.

Diminuisce gli effetti del fumo: il vino serve a regolare i danni provocati dal tabacco ai vasi sanguigni, sia per rilassamento sia per vasodilatazione. Ha soprattutto effetti positivi sull’endotelio, uno strato di cellule che riduce l’attrito tra i vasi linfatici e i vasi sanguigni, ma che soprattutto riveste la superficie interna del cuore.
Previene le malattie cardiovascolari: gli scienziati affermano che il vino rosso riduca la possibilità di soffrire di una malattia coronarica, diminuisce la produzione del colesterolo “cattivo”, aumentando quello “buono”.
Ha un effetto anticoagulante e antitrombotico: non solo si raggiunge questo effetto bevendo vino ogni giorno, ma è stato anche dimostrato che i consumatori sporadici hanno una minore quantità di fibrinogeno,  glicoproteina del sangue che ne regola la coagulazione.

Previene la comparsa di arteriosclerosi: si tratta di una delle malattie causate dalla degenerazione delle arterie. Il vino permette di combatterne i sintomi fino ad impedirne la comparsa. L’alcol contenuto nel vino aiuta i vasi a mantenersi sani  grazie alla formazione di ossido nitrico, sostanza fondamentale per il rilassamento vascolare.
Regola la pressione arteriosa: anche se tutti sanno che il consumo eccessivo di alcol provoca ipertensione, bere un bicchiere di vino (250 ml) ha l’effetto contrario per le persone che ne soffrono perché riduce la pressione dopo aver mangiato.
Riduce la formazione di calcoli renali: il consumo quotidiano di vino rosso riduce il rischio di sviluppare i calcoli ai reni. Evita la comparsa della malattia di Alzheimer: le ricerche dimostrano che il resveratrolo (un componente del vino rosso) ha degli effetti neuroprotettori, impedendo lo sviluppo di questa malattia.

Altri benefici

Previene la demenza
Riduce il rischio di artrite reumatoide
Previene l’influenza e i raffreddori
Riduce la possibilità di soffrire di cancro alla gola
Aiuta a mantenersi svegli o vigili
Favorisce la digestione
Migliora la circolazione del sangue
Riduce il rischio di diabete
Previene l’invecchiamento precoce delle cellule della memoria
Migliora le condizioni delle vene varicose
Evita il cancro alla prostata
Favorisce l’assimilazione delle proteine
Migliora le condizioni della pelle
Fa bene alla vista e previene malattie come la retinopatia diabetica
Riduce il dolore e il fastidio delle emorroidi
Diminuisce i sintomi delle allergie grazie alle sue proprietà antistaminiche
Evita la formazione di coaguli di sangue

Alcuni luoghi comuni sul vino e … le donne

1) Gli uomini comprano più vino delle donne

Le donne sono le prime acquirenti di vino. Le percentuali di chi compra vino ci dicono che le donne sono l’83% negli Stati Uniti, l’80 nel Regno Unito, il 70 Francia, il 60 in Svizzera, il 57 in Australia.

2) Le donne bevono solo bianchi e vini dolci

Scopriamo invece che, per quanto riguarda l’Europa, le donne bevono per il 57% vini rossi, il 30% bianchi e il 13% rosé. E la percentuale cresce enormemente in Asia: più del 70% delle donne giapponesi, cinesi e sudcoreane preferiscono un bel rosso tannico.

3) Gli uomini bevono il vino e le donne lavano i bicchieri

Il 51% dei bevitori di vino mondiali sono donne. Peraltro, l’85% delle donne vive il momento in cui si gusta un calice, come una importante parentesi di relax e piacere della giornata.

4) Le donne non sanno come comprare il vino

Le donne sanno scegliere un vino in relazione all’abilità di abbinarlo con il cibo, inoltre la scelta denota anche la capacità di scegliere in base alla regione o paese di origine. Gli uomini, invece, considerano di più il vino come status symbol quindi sono guidati dal brand e dal prezzo.

5) Il vino è un comparto molto maschile

Le cose stanno cambiando: le enologhe sono il 33% in Francia e il 50% in Spagna; le sommelier sono l’80% in Svezia, in Russia e Giappone, e il 40% in Italia; le viticultrici sono il 28% in Francia e il 30% in Italia. Numeri in crescita, che fanno pensare, piuttosto, a un problema generazionale e sistemi di tradizioni più che a un orientamento per preferenze di genere.

6) Le scelte delle donne sono più futili

Al contrario le donne sono meno influenzabili e comprano un vino perché piace loro, fidandosi del gusto. Tanto che i vini “per le donne”, in teoria studiati a tavolino per conquistare il pubblico femminile, hanno ben poco successo sul mercato. E sono preferiti solo dal 40% delle donne negli States, dove solo il 26% si dice disposta ad acquistare un vino “di genere”.

loading...

Tags :