i-Tril: la city car del futuro senza pedali progettata da Toyota

  • blog notizie - i-Tril: la city car del futuro senza pedali progettata da Toyota
Presentata al Salone Internazionale dell’Auto di Ginevra, i-Tril è la city car del futuro. Rappresenta la visione di mobilità urbana del 2030, firmata Toyota. La casa automobilistica giapponese ha creato un’auto dotata di un motore elettrico, con un sistema di guida autonomo. Toyota l’ha progettata pensando alle mamme attive.

Può ospitare fino due posti più uno, il nuovo concept è un’alternativa valida al trasporto pubblico. i-Tril abbraccia la filosofia giapponese Waku Doki, ovvero “battito del cuore”. Il suo obiettivo è mostrare che i veicoli elettrici possono spronare le stesse sensazioni di quelli tradizionali a motore.

La city car è stata progettata per un target ben preciso: una donna tra i 30 e i 50 anni.

Una donna che si sposta di continuo. Una donna che ha una vita intensa: accompagna i figli a scuola, va a fare la spesa, in ufficio, in palestra e non perde un aperitivo con le amiche. Ed è grazie alla tecnologia Active Lean, che i-Tril appare il mezzo perfetto per uno stile di vita vivace, ma anche elegante.

Diverse comodità sono state ideate per il conducente: le portiere a farfallache, all’apertura, sollevano anche una porzione di pianale. Inoltre, il sedile anteriore può essere ruotato fino a un massimo di 20 gradi per migliorare la comodità di accesso. Le gambe dei passeggeri possono godere di un ampio spazio. E non stiamo parlando nell’eventualità che dietro ci siano un adulto e due bambini, ma anche solo tre adulti. Non manca un’attenzione agli interni. Rivestimento in Alcantara e tessuto a coste dei sedili posteriori trasferiscono tutto il comfort a bordo.

In i-Tril non ci sono pedali, ne il cambio e nemmeno il quadro degli strumenti. Per controllare sterzo, accelerazione e frenata, il conducente usufruisce della tecnologia ‘Drive-by-Wire’. Un display Head-Up che offre le informazioni essenziali sullo stato del veicolo e comandi vocali basati sull’Intelligenza Artificiale.

 


Tags :