Creato tessuto cardiaco da una foglia di spinaci: diffusa la ricerca

  • blog notizie - Creato tessuto cardiaco da una foglia di spinaci: diffusa la ricerca

Una scoperta rivoluzionaria nel campo della cardiologia, che passa dalla foglia di spinaci.

Si tratta di una ricerca firmata dagli scienziati del Worcester Polytechnic Institute, nel Massachussets, e pubblicata su Biomaterials.

I ricercatori hanno scoperto che una foglia di spinaci può essere trasformata in tessuto cardiaco funzionante artificiale (o meglio ‘vegetale’).

Le immagini della ‘foglia-cuore’ sono state diffuse da diversi media britannici e americani.

Il Washington Post ha pubblicato un video che spiega in che modo è stato possibile trasformare le foglie della pianta in tessuto cardiaco.

La procedura

I ricercatori hanno prima spogliato le foglie di spinaci delle cellule della pianta (un processo detto decellularizzazione), lasciando però inalterata la struttura di cellulosa, per poi far crescere in questa ‘impalcatura’ cellule di cuore umano, creando così un piccolo cuore artificiale.

Infine, queste cellule sono state alimentate attraverso il sistema vascolare della foglia.

“Lo sviluppo di piante decellularizzate per fungere da ‘impalcature’ apre a un nuovo settore della scienza che investiga sulla mimica tra piante e animali”, spiegano i ricercatori.
Trasformare la pianta, con le sue delicate venature, in tessuto umano potrebbe infatti consentire di vascolarizzare il nuovo tessuto e utilizzarlo per ‘riparare’ il cuore.

Per Glenn Gaudette, docente di ingegneria biomedica al Worcester Polytechnic Institute, “abbiamo ancora molto lavoro da fare, ma al momento ciò è molto promettente. Adattare piante che gli agricoltori hanno coltivato per migliaia di anni all’uso in ingegneria tissutale potrebbe risolvere numerosi problemi”, aprendo la strada a nuovi sviluppi per la medicina e la ricerca.

Altre piante utili

Oltre alle foglie di spinaci, possono essere usate con lo stesso scopo con il prezzemolo, le foglie di assenzio e le radici delle piante di arachidi. C’erano già stati esperimenti, ma nessuno aveva creato tessuti in grado di crescere.


Tags :