Dati Istat 4^ trimestre 2016: crescita incoraggiante dell’occupazione

  • blog notizie - Dati Istat 4^ trimestre 2016: crescita incoraggiante dell’occupazione crescita

Divulgati i dati relativi al quarto trimestre 2016 sull’occupazione. Il trend è di crescita, con un contributo decisivo da parte dei lavoratori dipendenti e degli over 50.

La nota congiunta sul mercato del lavoro è stata diffusa da Istat, Ministero del Lavoro, Inps e Inail.
Considerando i dati per settore, i nuovi occupati si registrano nel settore dei servizi. Si parla di 2,1 milioni di attivazioni a fronte di poco più di 2 milioni di cessazioni, determinando un saldo positivo (attivazioni meno cessazioni) di 82 mila posizioni di lavoro dipendente.

Ciò è dovuto principalmente – come detto – a una crescita nei servizi (+80 mila posizioni) e in misura ridotta nell’industria in senso stretto (+7 mila) mentre nell’agricoltura e nelle costruzioni si osserva una lievissima riduzione

La destagionalizzazione

Un dato interessante è che il tasso di occupazione si è destagionalizzato – cioè il numero di persone al lavoro sul totale della popolazione di riferimento – è stato pari al 57,4%, in crescita di un decimo di punto rispetto al trimestre precedente.

Considerando l’ultimo decennio 2007-2016 recupera due punti percentuali rispetto al valore minimo (terzo trimestre 2013, 55,4%).

Aumentano gli attivi e diminuziscono gli inattivi (-455 mila). Decisivo in questo quadro l’impatto dell’invecchiamento della popolazione sul mercato del lavoro, che contribuisce a spiegare l’aumento del numero degli occupati ultracinquantenni, indotto anche dall’allungamento dell’età pensionabile.

I voucher

Nell’intero anno sono stati venduti 134 milioni, il 24% in più rispetto all’anno precedente. Nel quarto trimestre del 2016 sono stati venduti 32,8 milioni di unità (30,6 milioni nel quarto trimestre 2015) con una sensibile riduzione nel tasso di crescita tendenziale (+7,2% rispetto a +25,3% nel terzo, +32,2% nel secondo e +35,7% nel primo).

Tipologia contrattuale

Per quel che riguarda la tipologia contrattuale, si segnala un aumento di 64 mila posizioni a tempo determinato e di 19 mila posizioni a tempo indeterminato, che continuano a crescere maggiormente dal secondo trimestre del 2016. Sono complessivamente 252mila i nuovi occupati e 108mila le persone in più in cerca di lavoro, mentre gli inattivi calano di 455mila unità.

Gli infortuni sul lavoro accaduti e denunciati all’Inail nel quarto trimestre del 2016 sono stati 136 mila (115 mila in occasione di lavoro e 21 mila in itinere) in diminuzione dello 0,6% (-829 denunce) rispetto al quarto trimestre del 2015.

Per quel che concerne il prodotto interno lordo, infine, i dati mostrano come nel quarto trimestre del 2016 2016 il Pil ha segnato un aumento congiunturale dello 0,2% e un tasso di crescita tendenziale dell’1%.


Tags :