Cadavere nel trolley, è stata la madre: la ragazza era morta di fame

  • blog notizie - Cadavere nel trolley, è stata la madre: la ragazza era morta di fame

La ragazza trovata nel trolley non è stata uccisa. Katerina non aveva lesioni sul corpo. Il medico legale ha stabilito che la ragazza, anoressica da anni, è morta di fame. Non era sola, però. Con lei c’era la madre, una quarantottenne di Mosca. Ha vegliato su di lei per una settimana, poi ha chiuso la figlia nel trolley, nuda, e l’ha gettata nel porto di Rimini, dove è stata trovata dopo due giorni. Dopo di ciò, la madre è tornata in Russia.

Gli investigatori di Rimini hanno ascoltato la testimonianza di un amico intimo della madre. L’uomo, sapendo della notizia del cadavere nel trolley, è andato in caserma a testimoniare. Il testimone aveva contatti con la cinquantenne russa fino a due settimane prima del ritrovamento del corpo. Secondo quanto scoperto, la donna si trovava in Russia per questioni di eredità scaturite dalla morte della madre. Aveva raccontato di aver portato con sé la figlia per una visita medica.

L’uomo si era insospettito poiché i contatti con la donna russa erano avvenuti tramite un numero italiano. A un certo punto, ci sarebbe stato un cambio di cellulare, proprio quando il corpo della figlia è stato ritrovato. A quel punto l’amico della russa le avrebbe chiesto che fine avesse fatto la figlia, al ché la badante è scoppiata in un pianto incontrollato confessando tutto. “Perché l’hai fatto?”, nessuna risposta.


Tags :