Malena la pugliese, no al sess0 con gli animali? la proposta di AIDAA

  • blog notizie - Malena la pugliese, no al sess0 con gli animali? la proposta di AIDAA

Malena la pugliese ha ricevuto una proposta dal Presidente di AIDAA Lorenzo Croce che le ha lanciato un appello. L’ha invitata a prendere parte ad una campagna contro la zooerastia.

Malena la pugliese – La proposta di AIDAA

La proposta fatta alla pornostar Malena, scoperta da Rocco Siffredi, appena uscita dall’avventura all’Isola Dei Famosi, riguarda la zooerastia. Si tratta di una pratica molto diffusa e poco ortodossa, quella di fare sess0 con gli anumali. Si tratta di un reato vero e proprio che si configura come reato di sfruttamento e maltrattamento degli animali.

Una questione, quella della zooerastia, dibattutta da moltissimi anni. In Europa, in Italia, Spagna, Francia e Belgio, avere rapporti sessuali con gli animali é severamente vietato.
In Italia questo tipo di atti viene visto come reato, punibile ai sensi dell’articolo 544-ter del codice penale.
Nonostante tutto sono moltissimi i casi di abuso sessuale sugli animali, soprattutto nel Nord Italia. Piú volte l’AIDAA (Associazione Italiana Difesa Animali ed Ambiente) ha segnalato episodi di zooerastia.
Al fine di lanciare un segnale molto forte ha lanciato un appello alla pornodiva Malena, diventata famosa per la sua partecipazione all’Isola Dei Famosi.
Ecco cosa ha affermato Lorenzo Croce, il presidente dell’AIDAA:
Da diversi anni noi chiediamo alle attrici del sesso di farci da testimonial nella campagna di denuncia contro il sesso con animali.

“In rete ci sono 3 milioni di video di sesso con animali e quest’anno chiediamo a Malena di farci da testimonial per una campagna contro il sesso con animali e per l’abolizione dei video di sesso con animali. Un orrore spesso a portata di clic anche dei bambini”


In passato il presidente dell’AIDAA aveva anche denunciato personaggi come Andrea Dipré e Moana Conti per aver postato video  con animali. L’obiettivo é quello di avere Malena come testimonial. Quest’ultima ancora non ha risposto se sí o no.


Tags :