Earth day 2017, da Roma a Washington: “Difendiamo la terra”

  • blog notizie - Earth day 2017, da Roma a Washington: “Difendiamo la terra”

Il 22 aprile di ogni anno, da 47 anni, si celebra l’Earth day, la giornata della terra, l’evento più importante al mondo per la sensibilizzazione alla tutela della Terra, giunto alla sua quarantasettesima edizione e celebrato da un miliardo di persone nei 193 Paesi membri delle Nazioni Unite.

La storia

Nata il 22 aprile 1970 per sottolineare la necessità della conservazione delle risorse naturali della Terra, come movimento universitario, nel tempo, la Giornata della Terra è divenuta un avvenimento educativo ed informativo. I gruppi ecologisti lo utilizzano come occasione per valutare le problematiche del pianeta: l’inquinamento di aria, acqua e suolo, la distruzione degli ecosistemi, le migliaia di piante e specie animali che scompaiono, e l’esaurimento delle risorse non rinnovabili (carbone, petrolio, gas naturali). Si insiste in soluzioni che permettano di eliminare gli effetti negativi delle attività dell’uomo; queste soluzioni includono il riciclo dei materiali, la conservazione delle risorse naturali come il petrolio e i gas fossili, il divieto di utilizzare prodotti chimici dannosi, la cessazione della distruzione di habitat fondamentali come i boschi umidi e la protezione delle specie minacciate.

Le iniziative

Quest’anno l’Earth day, oltre a essere un’occasione di formazione e dibattito sui pericoli causati dai cambiamenti climatici e dalle questioni legate all’ambiente, sarà anche una giornata di lotte e proteste.

Fulcro dell’iniziativa sarà la Marcia per la Scienza, organizzata a livello globale dall’Earth Day network di Washington, in concomitanza con l’Earth Day, da un gruppo di ricercatori statunitensi preoccupati dalla politica dell’amministrazione Donald Trump, che a pochi mesi dall’insediamento ha ribaltato le politiche del predecessore Barack Obama contro i cambiamenti climatici e annunciato tagli significativi all’Epa, l’ente di protezione ambiente. La manifestazione, che avrà luogo a Washington e in più di 500 città del mondo, Roma compresa, il 22 aprile vedrà ricercatori e ricercatrici di ogni etnia e nazionalità sfilare nelle strade e nelle piazze con il camice bianco indosso. “L’obiettivo è difendere la scienza che oggi è vittima di un attacco senza precedenti, e per ricordare che la scienza è ovunque, interessa tutti, e contribuisce alla tutela del pianeta in cui viviamo e della nostra salute”, spiega in un’intervista al Guardian Kenneth Kimmell, presidente dell’organizzazione non profit americana Union of Concerned Scientists.

Earth day Italy

In Italia è a Roma la celebrazione più importante con Il Villaggio della Terra, manifestazione che si svolge quest’anno dal 21 al 25 aprile sulla terrazza del Pincio e al Galoppatoio di Villa Borghese, organizzata da Earth Day Italia insieme al Movimento dei Focolari di Roma e in collaborazione con il Ministero dell’Ambiente. Una cinque giorni dedicato alla tutela del Pianeta, animata da musica, scienza, sport, giochi, arte e tanto buon cibo, e arricchita da festival sull’economia circolare, mobilità sostenibile, educazione ambientale, libri, Erasmus, tutta ad ingresso gratuito. Attesa per il concerto per la Terra, gratuito, dal titolo Over the wall Mecenati della bellezza con Noemi, Sergio Sylvestre, Soul System, Zero Assoluto, Ron e La Scelta, presentato da Fabrizio Frizzi. A Milano ci sarà il #greenteam di Decathlon Milano Cairoli che ha organizzato una giornata di pulizie e giochi al Parco Lambro Milano, l’incontro Tempo di Libri e andrà in scena la meditazione Sciamanica.

Il doodle di Google

Come ogni anno Google propone un doodle a tema, la gif interattiva in home page del motore di ricerca, che ci ricorda l’importanza dell’ Earth day.

Anche quest’anno il doodle non è solo un’immagine fissa: passandoci sopra con il mouse si ha a che fare con la cronistoria di una simpatica volpe che ha a che fare con diversi ambienti, anche quello del fruttivendolo o della città.

 


Tags :