Tragedia nel ciclismo: morto in un incidente Michele Scarponi

  • blog notizie - Tragedia nel ciclismo: morto in un incidente Michele Scarponi

Tragedia nel mondo del ciclismo: Michele Scarponi, vincitore del Giro d’Italia 2011, è morto dopo essere stato investito questa mattina da un furgone a un incrocio mentre si allenava in bicicletta a Filottrano, in provincia di Ancona.

Il 37enne, soprannominato “l’aquila di Filottrano”, era tornato nella sua cittadina natale venerdì sera dopo la partecipazione al Tour of Alps. Inutili i soccorsi, Michele è morto sul colpo. Il suo ultimo successo risale proprio alla partecipazione al Giro delle Alpi, la gara ciclistica transfrontaliera nata quest’anno dal Giro del Trentino, disputata in Austria da Kufstein ad Innsbruck. Lunedì scorso, Scarponi aveva vinto la prima tappa: sullo strappo finale di Hungerburg, a 848 metri di quota, il ciclista aveva regolato in volata un gruppetto formato da Thomas, Pinot, Formolo e Pozzovivo. Ieri aveva concluso il Tour in quarta posizione.

La carriera

Era diventato professionista dal 2002 e si era affermato come un fortissimo scalatore. Con l’Astana si preparava ad affrontare il prossimo Giro d’Italia in cui sarebbe stato il capitano del team kazako, dopo l’infortunio di Fabio Aru che non parteciperà alla corsa rosa. Il 17 aprile aveva anche vinto la prima tappa del Tour of Alps, l’ex giro del Trentino, competizione che aveva vinto nel 2011. Nel 2011 aveva vinto il Giro dopo la squalifica di Alberto Contador per doping. Oltre al Giro, a cui aveva partecipato 11 volte, Scarponi vantava 25 successi da professionista. Lo scorso anno era stato un gregario fondamentale per il successo di Vincenzo Nibali al Giro. Estroverso e simpatico, tra le sue particolarità  negli ultimi tempi c’era quella di allenarsi facendosi accompagnare dal suo pappagallo, Frankje.

Al campione è andato l’omaggio dell’ Inter, la squadra di cui era tifoso: “Il nostro cordoglio e l’abbraccio ai tuoi cari in una giornata tristissima per lo sport. La tua Inter ti saluta con affetto!”. Sgomento per la tragica fine del ciclista è stato espresso anche da Montella, allenatore del Milan: “Voglio fare le condoglianze alla famiglia Scarponi: è una tragedia che mi ha molto addolorato”. Parole che seguono di qualche minuto un tweet del club rossonero: “Il mondo dello sport piange la scomparsa di Michele Scarponi. Tutto il popolo rossonero si stringe attorno alla famiglia e agli amici”.


Tags :