Vuoi perdere peso in tre giorni? Prova con la dieta militare

  • blog notizie - Vuoi perdere peso in tre giorni? Prova con la dieta militare

L’estate si avvicina e chi non si è ancora messo in forma entra nel panico. Ma ecco la dieta militare, che arriva da Oltreoceano si tratta si una delle tante diete lampo di successo.

La dieta dei tre giorni detta appunto “militare” si suddivide in soli tre pasti e prevede l’assunzione di molta acqua, almeno due litri al giorno per circa 72 ore.

Ideata nel 1980 è stata chiamata dieta dei tre giorni, dieta del gelato, ma anche dieta dell’esercito o della marina e infine, più comunemente dieta militare.

Prende il nome da una severità del regime alimentare da rispettare, edulcorato dal fatto che va seguito per soli tre giorni. È un po’ come il bastone e la carota, mangi poco ma ti dò il gelato.

In cosa consiste

È una dieta di tre giorni dimagrante studiata sulla combinazione chimica tra alcuni alimenti che aiuterebbero ad attivare più velocemente il metabolismo favorendo la termogenesi e di conseguenza a bruciare i grassi.

La promessa è quella di perdere fino a 4,5 chili in una settimana, senza esercizio fisico. Una donna media consuma circa 1800 calorie al giorno, la dieta ne fornisce tra le 1400 e le 1100 calorie, quindi notevolmente al di sotto del fabbisogno energetico.

Si perde peso in modo abbastanza drastico, ma si tratterà di perdita di massa muscolare. Inoltre con questo tipo di dimagrimento non sono da escludere delle conseguenze negative sul benessere della persona.

È iperproteica, cosa abbastanza comune per le diete lampo e ammette il gelato come fonte di calcio, o, più probabilmente come alimento appagante.

 

Cosa mangiare

Giorno 1
Colazione: mezzo pompelmo, 1 fetta di pane tostato, 2 cucchiai di burro d’arachidi, 1 tazza di caffè o tè verde;

Pranzo: 1 scatoletta piccola di tonno al naturale, 1 fetta di pane tostato, 1 tazza di caffè o tè verde;

Cena: 80/90g di carne o pollo, 100g di fagiolini, mezza banana, 1 mela piccola, 2 palline di gelato alla vaniglia.
Giorno 2
Colazione: 1 uovo, 1 fetta di pane tostato, mezza banana;

Pranzo: 1 confezione di fiocchi di latte (circa 170g), 1 uovo, 5 quadratini di cracker;

Cena: 2 wurstel grandi, 100g di broccoli, 100g di carote, mezza banana, 1 pallina di gelato alla vaniglia.
Giorno 3
Colazione: 5 quadratini di cracker, 30g di cheddar/emmenthal, 1 mela piccola;

Pranzo: 1 uovo, 1 fetta di pane tostato;

Cena: 2 scatolette piccole di tonno al naturale (o 1 grande), mezza banana, due palline di gelato alla vaniglia.

 

Altri consigli

Mangiare alimenti con magnesio. Pane integrale, spinaci, mandorle, cioccolato fondente, lenticchie, banane, riso, acqua . La scarsa presenza di magnesio può aumentare l’appetito e la sete.
Al mattino, bere acqua fredda per stimolare l’ intestino pigro e uno alcalinizzante con acqua e succo di limone.
Bere tisane detox, per sgonfiare la pancia. Utilizzare il the verde, allo spuntino
“Sgrassatevi”. Il chitosano, derivato da gusci di crostacei, è in grado di catturare alcuni grassi ed eliminarli.
Rilassatevi con fiori di Bach, valeriana o camomilla.
Mangiare molta frutta
Consumare yogurt magro calcio e introdurre latte vegetale.
Scegliere cibi diuretici come: i funghi, sedano, cipolla, ananas, finocchio, asparagi, porro e cetriolo.
Mangiare poco carboidrati e zuccheri, evitare bevande gassate.

Questi consigli alimentari se fatti bene, con una riduzione delle calorie del 30% possono aiutare a stimolare l’organismo e apportare una modifica di peso. Il segreto è la volontà e la costanza di ricercare alimenti sani ed equilibrati.


Tags :