Medici, farmaci e soldi sporchi: maxi blitz con diciannove arresti

  • blog notizie - Medici, farmaci e soldi sporchi: maxi blitz con diciannove arresti
    Image processed by CodeCarvings Piczard ### FREE Community Edition ### on 2017-05-08 07:50:01Z | |

Medici, farmaci e soldi sporchi. Blitz dei carabinieri del Nas questa mattina a Parma. In manette diciannove persone, tra camici bianchi e imprenditori del settore della commercializzazione e della promozione di farmaci e di dispositivi medici. Ma sono 75 in totale gli indagati in un’operazione che vede impegnati i comandi provinciali dei carabinieri di Emilia Romagna, Lombardia, Piemonte, Veneto, Toscana, Umbria e Lazio.

Truffa e corruzione

I reati contestati sono associazione per delinquere finalizzata alla corruzione e al riciclaggio, attuata nel campo della sperimentazione sanitaria e nella divulgazione scientifica per favorire le attività commerciali di imprese farmaceutiche nazionali ed estere, attraverso la commissione anche dei reati di abuso d’ufficio, peculato, truffa aggravata e trasferimento fraudolento di valori.

Due società al setaccio

Al setaccio le abitazioni dei professionisti, oltre alle sedi di importanti società. L’operazione, denominata “Pasimafì”, prevede anche il sequestro preventivo di due società di comodo allestite per il riciclaggio del provento delle attività illecite ed il sequestro, ai fini della confisca, di quasi mezzo milione d’euro quale profitto per la commissione del reato di corruzione.

A marzo altri arresti a Napoli

Soltanto a marzo scorso a Napoli c’erano stati altri arresti con l’accusa di corruzione sulle forniture di macchinari per i malati terminali di oncologia all’Istituto tumori Pascale. Sei persone finirono in manette. Secondo le indagini, attraverso due società si acquistavano apparecchiature medicali per le cure antitumorali. I vertici del reparto facevano risultare gli apparati come gli unici idonei per quel tipo di cure e si creavano così le condizioni affinché fossero acquistati urgentemente dalle società. Le società gonfiavano il loro fatturato aumentando sensibilmente il prezzo di acquisto dei dispositivi.

L’aspetto sorprendente è la varietà professionale dei protagonisti coinvolti nelle inchieste sulle truffe sui farmaci. Persone insospettabili, stimate dai pazienti, famose, con carriere brillanti nei curriculum, da un giorno all’altro conquistano, in negativo, le prime pagine dei quotidiani e i titoli di testa dei telegiornali. Persone che non ti aspetti.


Tags :