Auto sulla folla a New York: morta una ragazza di 18 anni

  • blog notizie - Auto sulla folla a New York: morta una ragazza di 18 anni

Un’auto è piombata ieri sulla folla su un marciapiede a Times Square, New York. Travolti i passanti. È stata esclusa l’ipotesi terrorismo. Il conducente, arrestato, è un militare della marina con precedenti per guida in stato di ebbrezza. Una ragazza di 18 anni è morta nell’incidente. Ventitré feriti in totale.

Il luogo dell’incidente

L’impatto è avvenuto all’angolo fra la quarantaseiesima strada e la settima avenue, poco prima di mezzogiorno (ora locale). Si è trattato di un incidente, l’auto che ha investito la folla sul marciapiede andava contromano.

Arrestato il conducente

Il conducente dell’auto si chiama Richard Rojas, un giovane di 26 anni del Bronx. Ha precedenti penali per guida in stato di ebrezza e un passato di abuso di droghe. È stato portato via in manette. Non sembrava che stesse male o soffrisse di alcun malore. L’auto, dopo essere andata a sbattere contro un semaforo, è andata in fiamme. Il traffico è stato deviato. Alcuni edifici intorno a Times Square sono stati isolati. La polizia ha sgomberando i negozi della zona.

La ragazza morta

La ragazza morta nell’incidente si chiamava Alyssa Elsman. Aveva 18 anni ed era originaria di Portage, nel Michigan. Il New York Post fa sapere che Alyssa era in vacanza a New York con la sua famiglia. La sorellina di 13 anni rientra tra le persone ferite, ma non rischia la vita. Il fidanzato della diciottenne racconta: “Ho capito che c’era qualcosa che non andava quando ha smesso di rispondere ai miei sms, non lo faceva mai. Sono devastato. Lei era tutto per me”.

I testimoni raccontano

Le emittenti americane trasmettono le testimonianze di alcuni testimoni presenti: “Abbiamo sentito un forte colpo, ci siamo girati e abbiamo visto persone a terra sul marciapiede e gente che fuggiva”, dice il primo. Un altro dice: “La gente fuggiva ovunque, avevano tutti paura per la propria vita, abbiamo visto fumo e fiamme uscire dalla macchina”.


Tags :