Diciottenne investe amico con l’auto, poco chiara la dinamica

  • blog notizie - Diciottenne investe amico con l’auto, poco chiara la dinamica

Tragico incidente in provincia di Rovigo. Un giovane ha investito con l’auto un amico 19enne. Ora la vittima è ricoverato in gravi condizioni.

Il fatto

Si tratta di giovane di appena 18 anni, di Adria. Era alla guida di un’Opel Corsa giovedì sera sul piazzale della Sochoterm ad Adria, in viale Risorgimento, attorno alle 21.30. Ha travolto l’amico 19enne, grave fino a ieri sera, in prognosi riservata all’ospedale di Rovigo, ricoverato in terapia intensiva. «Niente car surfing, non sapevamo nemmeno cosa fosse. Non c’era la volontà di far male a nessuno. E’ stato solo un incidente». Chi parla è ora indagato per lesioni personali stradali gravi.

Una bravata alla base dell’incidente. Stando a quanto emerge dai racconti dei coetanei, il 19 enne si trovava a piedi davanti all’auto mentre l’amico alla guida dell’Opel simulava un inseguimento. Invece di frenare, al ragazzo è scappato il piede sull’acceleratore e così il gioco, lo scherzo si è tramutato quasi in tragedia. In auto con il conducente, ora indagato, c’erano altri tre ragazzi, tutti più o meno coetanei dei protagonisti della vicenda.

L’auto infatti ha travolto il ragazzo che è rimasto steso sull’asfalto. Subito soccorso, il ragazzo era cosciente, gli amici volevano toglierli la maglia ma lui scherzando ha detto che l’avrebbe tenuta «per ricordo». Poi le sue condizioni si sono aggravate ed è stato trasportato all’ospedale di Rovigo. Non è in pericolo di vita, dovrebbe cavarsela anche se i medici mantengono la prognosi riservata.

L’ipotesi di un gioco pericoloso

L’auto che stava guidando, fresco di patente, non era né sua né dell’amico investito. È stata posta sotto sequestro dalla magistratura.

Non si esclude, al momento, alcuna ipotesi, compresa quella di un gioco conclusosi malissimo. Il ragazzo, studente dell’istituto alberghiero, potrebbe essere finito sotto la macchina facendo “car surfing”, ossia una malintesa prova di “coraggio” in cui la persona rimane in piedi all’esterno di una vettura in movimento, tenendosi in equilibrio. Una possibilità, tra le varie che sarebbero al vaglio degli inquirenti.


Tags :