Gli sparano alla testa, muore a Palermo boss di mafia

  • blog notizie - Gli sparano alla testa, muore a Palermo boss di mafia

A Palermo la mafia torna ad uccidere. La vittima è il boss Giuseppe Dainotti, del clan Porta Nuova, ucciso questa mattina in via D’Ossuna, nel quartiere Zisa. Era stato scarcerato nel 2014 dopo una condanna per mafia.

Secondo la ricostruzione della polizia, l’uomo sarebbe stato affiancato da due killer, probabilmente in moto, che gli avrebbero sparato alla testa mentre era in bicicletta.

Giuseppe Dainotti era stato condannato e incarcerato per l’omicidio del capitano dei carabinieri Emanuele Basile e dei carabinieri Bommarito e Morici, che l’accompagnavano.

Il boss era stato condannato tre anni fa all’ergastolo ma era riuscito a uscire di prigione, beneficiando della Legge Carotti.

La città si risveglia nel sangue

L’agguato arriva alla vigilia delle celebrazioni a Palermo dei 25 anni della strage di Capaci, dove morirono il giudice Giovanni Falcone, la moglie Francesca Morvillo e gli agenti della scorta.

Palermo si sveglia così un’altra volta nel sangue, mentre attende che domani 23 maggio arrivi al porto la Nave delle legalità salpata da Civitavecchia, dando ufficialmente il via alle celebrazioni.

Sulla nave saranno presenti il presidente del Senato, Pietro Grasso, la ministra dell’Istruzione, Valeria Fedeli, il procuratore nazionale antimafia, Franco Roberti, il vicepresidente del Consiglio superiore della magistratura, Giovanni Legnini, il professor Nando Dalla Chiesa.


Tags :