Marina Giulia Cavalli racconta la vita dopo la morte della figlia

Marina Giulia Cavalli racconta la vita dopo la morte della figlia – Dopo quasi due anni dalla scomparsa della figlia di soli 21 anni, Marina Giulia Cavalli, l’attrice di un posto al sole, racconta in tv la sia vita. Il suo lutto é stato terribile e le sue parole alla trasmissione “Bel tempo si spera” hanno lasciato tutti senza parole.

SFOGLIA LA GALLERY PER VEDERE LE FOTO

Marina Giulia Cavalli racconta la vita dopo la morte della figlia

La ragazza é morta per colpa di un male incurabile. Nata dall’unione tra l’attrice e l’ex marito Roberto Alpi che ricordiamo per il suo personaggio a “Centovetrine”. Ecco le sue parole:

“Quando perdi un figlio, perdi il senso, il motivo per stare. Anche perché io diciamo che l’ho conquistato l’essere madre, non è mai stato un mio obiettivo nella vita, non era uno di quei desideri che dicevo ‘Mi sento realizzata’. Mi sono sentita sempre molto figlia. Quando ho scoperto di essere incinta dissi ‘mannaggia’, forse perché inconsciamente sapevo che avrei amato questo essere molto più di me stessa”.

“C’era questa unione fortissima, c’è questa unione fortissima con Arianna. Arianna c’è, non fisicamente, ma io la sento moltissimo. Durante la sua malattia mi sono avvicinata al buddismo, mi ha dato anche molto, però la mia radice è quella cristiana. Arianna ha cominciato a studiare la nostra religione e ha fatto la prima comunione in ospedale. Anche l’esame di maturità l’ha fatto in ospedale. Abbiamo fatto questo percorso insieme, purtroppo pochi mesi dopo la malattia di Arianna ha avuto il sopravvento. Ti scateni anche contro Dio ma io credo che veniamo qui a fare il nostro percorso, e Dio ci accoglie dall’altra parte. Lei il suo percorso l’ha fatto e adesso sono certa che sta con Dio”.

“La mancanza fisica è pesantissima, ce lo porteremo dentro per sempre. Però la vita continua e l’Amore, quello con la A maiuscola, è la chiave di tutto”.


Tags :