Europa League, trionfa il Manchester United: è un “piccolo triplete”

  • blog notizie - Europa League, trionfa il Manchester United: è un “piccolo triplete”

Il Manchester United vince l’Europa League. La squadra di Mourinho batte in finale l’Ajax per 0-2, con i gol dell’ex juventino Pogba e Mkhitarian. I due gioiellini di Mino Raiola sono stati decisivi per l’esito del match.

A portare in vantaggio i reds ci pensa presto Pogba, al 18′ del primo tempo con un tiro potente, su suggerimento di Fellaini, che si insacca in rete. Gli olandesi sono fantasmi in campo, il Manchester rischia di raddoppiare nella prima frazione e ci riesce ad inizio secondo tempo. Al 48′, infatti, sugli sviluppi di un calcio d’angolo, Smalling incorna di testa la sfera, favorendo l’inserimento di Mkhitarian in mezza rovesciata, che sigla lo 0-2. L’Ajax è spettatore non pagante e non riesce a opporsi alle arrembate inglesi, che non fanno il tris solo per l’imprecisione dei propri terminali offensivi.

Le parole dello Special One

Il mister José Mourinho, intervistato da Sky Sport, dichiara a fine match:”È una soddisfazione tipo Inter-Bayern, quando senti dal primo minuto di averla in tasca. Abbiamo iniziato benissimo, ho avuto subito la sensazione di pieno controllo della partita, che stavamo giocando come volevamo; sono stato sempre tranquillo, la squadra ha giocato bene, con tanta intelligenza tattica. Credo che tutti abbiano avuto da subito la sensazione che la coppa era nostra. Mi fa certamente piacere vincere tre competizioni nella stessa stagione. Non è un grande triplete, ma è importante per un club come il nostro che in questo momento non è ancora in grado di pensare a quel livello. Con Ferguson scherzavamo dicendo che io ho fatto un piccolo lavoro per lui: Sir Alex ha vinto quasi tutte le coppe, io ho vinto questa che mancava”.

Ibra senza stampelle. Pogba tifa Juve

Degne di nota, a fine match, le parole dolci di Pogba nei confronti della Juve (“Spero vincano la Champions”, ndr) e un Ibrahimovic che sembra già molto avanti nella riabilitazione. Lo svedese ha già abbandonato le stampelle e saltellava festeggiando con i compagni di squadra.


Tags :