Stromer, l’e-bike che ricarica anche lo smartphone

  • blog notizie - Stromer, l’e-bike che ricarica anche lo smartphone

Si chiama Stromer ed è la nuova bici elettrica che raggiunge i 45 km/h. Dallo smartphone, attraverso una app è possibile inserire l’antifurto a distanza.

L’e-bike che ricarica il cellulare

Ecologica, tecnologica, antifurto e ricarica anche il telefonino: l’e-bike sarà presentata domani, in anteprima nazionale, a Palermo al Villa Airoldi Golf Club di piazza Leoni. Presente Andrea Moncada, responsabile del Pop Up iLoveGo!, un corner dentro il concept store di Palermo iLove® dedicato alle nuove tecnologie dedicate e alla urban mobility. «Questa bicicletta è un modello icona per i veri appassionati, come una Kelly di Hermès tra le it bag o una Ferrari per le auto» commenta Andrea Moncada.

Testimonial il campione Rosario Fina

Testimonial della presentazione sarà il campione di ciclismo siciliano Rosario Fina, medaglia d’Oro mondiale cronometro a squadre categoria Juniores 1987, a  Bergamo; medaglia d’Oro mondiale cronometro a squadre categoria Dilettanti 1993, a Oslo. Tecnico della Nazionale italiana di ciclismo Donne Elite nel quadriennio Olimpico 2001-2004 e titolare della Cicli Fina, distributrice per Sicilia, Calabria e Sardegna del luxury brand Stromer e del più commerciale Brinke. Dopo Palermo, la nuova Stromer sarà presentata a Caltanissetta.

Stromer

Stromer è una bici elettrica distribuita in Italia da Brinke. È supertecnologica, grazie alla connettività con lo smartphone, e alla piattaforma “Omni” che permette di interagire con l’e-bike, geolocalizzarla e bloccarla, inserendo a distanza l’antifurto con una semplice app. Il telefono può fare anche una diagnostica dei guasti e, può essere ricaricato durante la pedalata, grazie ad una presa usb. Sotto il profilo delle prestazioni, Stromer arriva a 45 km orari, va targata ma non è un ciclomotore. È l’unica in Italia registrata dalla Motorizzazione civile. La potenza raggiunge un picco di 893 watt. Si ricarica in quattro ore con la normale corrente casalinga e ha 180 km di autonomia. È realizzata in alluminio.

Non c’è acceleratore, ed è servo assistita. Innovativa e performante si deve usare col casco e si inserisce in un target commerciale medio alto.


Tags :