Alena Seredova confessa: “Il divorzio da Buffon? Come se … “

Alena Seredova confessa: “Il divorzio da Buffon? Come se … ” – Intervistata dal settimanale Chi ha parlato della fine del suo rapporto con Gianluigi Buffon.

SFOGLIA LA GALLERY PER VEDERE LE FOTO

Alena Seredova confessa: “Il divorzio da Buffon? Come se … “

Ecco le sue parole: “È come se la mia casa avesse preso fuoco e il mio unico pensiero fosse quello di portare in salvo i miei bambini. Lo scoprii proprio da “Chi”. Sono una che dice sempre la verità. Credo molto a quello che le persone mi dicono e, anche se non sono religiosa, se dico “sì” e giuro in chiesa penso che quel giuramento sia sacro. Ma non voglio che si arrivi sempre a parlare di questo”.

Aggiunge poi che secondo lei, la proposta di matrimonio dopo la nascita dei figli, non sia stata casuale:

“È stato bello avere prima i figli, ma la scelta di non sposarsi subito non dipese da me. È l’uomo che deve fare la proposta e il fatto che rimandasse significava che c’era un motivo. Ma ho resettato la memoria di quegli anni, perché tanto ripensare a certe cose non ha senso”.

Oggi la modella si professa felice al fianco di Alessandro Nasi, il manager di casa Fiat:

“Sono una persona che si accende facilmente, è vero, ma per me è finito tutto lì.  Allora ero una persona molto più nervosa di quello che sono oggi, perché forse, con il senno di poi, non stavo bene. Forse, per come sono fatta, non ammettevo che ci fosse qualcosa che non andava perché sarebbe diventato un problema per i nostri figli. Non si può negare che quella situazione abbia pesato su di loro e creato un trauma”.

Poi conclude dicendo che ha tenuto duro solo per i suoi figli. L’obiettivo é quello di far di tutto per farli stare bene e, per fortuna, puó andare avanti a testa alta. Confessa anche che comunque non é stato un facile cammino. Per via del divorzio ha sofferto moltissimo, ma poi ha ritrovato la forza per reagire.

Oggi sono una donna che ha i problemi di tutte le famiglie separate e, quando sento dire: ‘Andiamo tutti d’accordo’, penso che sia una balla colossale”


Tags :