Noleggio auto, a cosa fare attenzione per evitare sgradite sorprese

  • blog notizie - Noleggio auto, a cosa fare attenzione per evitare sgradite sorprese

La bella stagione crea maggiore domanda di persone che utilizzano un’auto in affitto per muoversi nel tempo libero o, magari, per fare un viaggio.

Ogni giorno in media sono 89mila gli italiani che ricorrono al noleggio a breve termine per soddisfare le proprie necessità di mobilità.

I motivi di chi ricorre al noleggio di un’auto sono vari, in testa quello di non rischiare danni alla propria auto o guidare un mezzo differente da quello guidato abitualmente.

Per evitare che malintesi e incomprensioni con i noleggiatori possano rovinare le vacanze, l’Unione Nazionale Consumatori fornisce una guida che mette al riparo gli utenti da brutte sorprese. Ecco come comportarsi.

Occhi aperti alla prenotazione

E’ bene confrontare le tariffe su Internet e scegliere un’auto conforme alle proprie esigenze, ricordando che le auto più piccole e di minore cilindrata costano e consumano di meno.

Informarsi preventivamente sui costi aggiuntivi per i servizi opzionali, come il navigatore satellitare o il seggiolino per i bambini e soprattutto non risparmiare sull’assicurazione.

Importante è anche sapere quali sono i metodi di pagamento accettati e quando viene prelevato l’importo pattuito.

Dal ritiro alla riconsegna

Al ritiro la prima cosa da fare è il controllo delle condizioni dell’abitacolo e della carrozzeria: se vi sono danni o difetti devono essere segnalati subito e si devono annotare sul contratto, per evitare di vederseli addebitati in seguito.

Controllare la dotazione di bordo: documenti, triangolo o kit pneumatici. Le gomme non devono presentare rigonfiamenti o lesioni.

Importante è anche sapere nel dettaglio cosa fare e chi chiamare in caso di guasto o incidente.

Attenzione alle sorprese di fine noleggio

Per non trovare sorprese al rientro fare attenzione soprattutto a effettuarla negli orari di apertura degli uffici per far controllare l’auto e che non vi siano nuovi danni facendosi rilasciare una relativa attestazione scritta.

Restituire l’auto con la stessa quantità di carburante con cui è stata ritirata.


Tags :