Venticinque anni dalla strage di via D’Amelio: si cerca ancora la verità

  • blog notizie - Venticinque anni dalla strage di via D’Amelio: si cerca ancora la verità

Venticinque anni fa a Palermo la strage di Via D’Amelio. Il 19 luglio del 1992 la mafia uccideva il giudice Paolo Borsellino e cinque agenti della sua scorta: Agostino Catalano, Emanuela Loi, Vincenzo Li Muli, Walter Eddie Cosina e Claudio Traina. Antonino Vullo fu l’unico agente sopravvissuto alla strage.

Dopo un quarto di secolo, si ripetono le tradizionali fiaccolate, le commemorazioni, i messaggi di speranza, ma non si è arrivati alla verità. Non sono bastati quattro processi, non sono mancati i depistaggi, le omissioni e i misteri irrisolti. Dopo 25 anni non si è riusciti a far luce sopratutto sul coinvolgimento esterno a Cosa Nostra, per il quale il giudice Nino Di Matteo è tornato recentemente a chiedere una riapertura delle indagini.

Fiammetta Borsellino: “Noi lasciati soli”

Lasciano l’amaro in bocca anche le dichiarazioni, al Corriere della Sera, di Fiammetta Borsellino, che quest’anno trascorrerà il 19 luglio a Palermo, prendendo parte ad un’audizione in Commissione Antimafia. Una famiglia, quella del giudice Borsellino, lasciata sola. E’ questa l’immagine che affiora dalle parole della figlia minore del magistrato: «Nessuno si fa vivo con noi. Non ci frequenta più nessuno. Né un magistrato. Né un poliziotto. Si sono dileguati tutti. Le persone oggi a noi vicine le abbiamo incontrate dopo il ’92».

La Commissione Antimafia a Palermo

Fiammetta Borsellino sarà ascoltata oggi a Palermo, insieme ad Antonio Vullo,  dalla Commissione Antimafia, presieduta da Rosy Bindi, che parteciperà alle iniziative promosse, a partire dalle 10:30, dal centro Studi Paolo Borsellino. La figlia del giudice anticipa al Corriere della Sera che, durante l’audizione, consegnerà «inconfutabili atti processuali dai quali si evincono le manovre per occultare la verità sulla trama di via D’Amelio».

Via il segreto dagli atti che riguardano Paolo Borsellino

Pochi giorni fa un’importante decisione: il Consiglio superiore della magistratura ha deciso di togliere il segreto dagli atti che riguardano Paolo Borsellino, così come era stato fatto lo scorso maggio con i documenti che riguardavano il giudice Giovanni Falcone.

La raccolta dei documenti sarà presentata oggi con un plenum presieduto dal Presidente della Repubblica Sergio Mattarella e a cui parteciperanno il presidente del Senato, Pietro Grasso e Lucia Borsellino.

Le celebrazioni di oggi a Palermo

Tante le celebrazioni che si terranno oggi a Palermo, in occasione dei 25 anni dalla strage in cui persero la vita Paolo Borsellino, Emanuela Loi, Agostino Catalano, Vincenzo Limuli, Walter Eddie Cosina e Claudio Traina.

La visita di Rosy Bindi e della ministra Fedeli
Alle ore 10, la ministra Valeria Fedeli e la presidente della Commissione Antimafia saranno in Via D’Amelio. Ad accoglierle ci sarà Rita Borsellino. La ministra visiterà i laboratori creativi e incontrerà le studentesse e gli studenti che parteciperanno all’iniziativa “Coloriamo Via D’Amelio: il 19 luglio per i cittadini di domani”.

Alle 11.30 la ministra si recherà all’Istituto Comprensivo “G. Falcone”, in via Marchese Pensabene, 34, per incontrare la comunità scolastica dopo gli atti vandalici che hanno colpito la scuola nei giorni scorsi. Nell’Istituto sarà presente una delegazione dell’Istituto Comprensivo “A. De Gasperi” di Palermo, anche questo oggetto di attacchi la scorsa settimana.

La fiaccolata
La tradizionale fiaccolata si terrà alle 20.30 e partirà da piazza Vittorio Veneto, attraversando via Libertà, via Autonomia Siciliana, fino ad arrivare in via D’Amelio.

Programma Agende Rosse
Via D’Amelio

Ore 7:30 – Partenza per l’acchianata a Castello Utveggio.

Ore 15:30 – “La sentenza del processo sulla strage di Via D’Amelio: il depistaggio è confermato”. Intervengono Salvatore Borsellino, Fabio Repici e Calogero Montante.

Ore 16:58 – Minuto di silenzio.

Ore 17:00 – Marilena Monti legge la poesia ‘Giudice Paolo’.

Ore 17:15 – “Basta depistaggi e omertà di Stato!”. Intervengono i familiari delle vittime della strage di via d’Amelio, Angelina Manca, i coniugi Agostino, Paola Caccia, Nunzia e Stefano Mormile, i coniugi Domino e Ferdinando Imposimato.

Ore 18:45 – Premio del gruppo ‘Fraterno sostegno ad Agnese Borsellino’.

Ore 21:00 – Proiezione della docufiction RAI ‘Adesso tocca a me’ di Giovanni Filippetto e Francesco Miccichè.


Tags :