Giovane italiano pestato dalla polizia in Venezuela [VIDEO]

La vittima si chiama Giovanni Scovino, 33 anni ed è figlio di immigrati abruzzesi. Il giovane è stato brutalmente picchiato da agenti della Guardia Nazionale nello stato di Anzoátegui, in Venezuela.

L’aggressione, avvenuta  nei pressi di un parcheggio del Plaza Mayor Shopping Center, è stata filmata da un residente della zona e il video ha fatto il giro sui social network.

Ricoverato in terapia intensiva per le percosse

Il giovane soffrirebbe di una sindrome parzialmente invalidante, ed è ora ricoverato in ospedale nel reparto di terapia intensiva. I suoi aggressori sono stati arrestati e saranno processati per crimini che violano i diritti umani. Inoltre sono stati rimossi dai loro incarichi e sono oggetto di indagini amministrative e disciplinari per «mancanza di vigilanza e controllo» anche un alto ufficiale e tre sottufficiali.

 

Nel posto sbagliato al momento sbagliato

L’avvocato difensore Manuel Ferreira ha spiegato nelle prime ore dopo il fatto che il ragazzo, subito rimesso in libertà, è stato portato in ospedale, messo sotto osservazione per un’emorragia interna. “Giovanni stava raccogliendo materiale per la fondazione La Tortuga con la quale collabora da 3 anni, quando è stato picchiato», hanno raccontato amici e parenti.

Forse proprio la sua presenza in quel posto ha fatto scattare la feroce reazione della polizia. Quel parcheggio, infatti, secondo la stampa venezuelana, è diventato il punto di riferimento per manifestazioni dell’opposizione nella zona.

L’aggressione ripresa

Nel video dell’aggressione si vede distintamente l’arrivo di un paio di motociclette con a bordo i poliziotti che cominciano a malmenarlo. Lui non reagisce, tenta appena di spostarsi per evitare i colpi. Poi dopo pochi istanti si arrende, il suo corpo sparisce dietro quello dei suoi aggressori che lo colpiscono a ripetizione, senza lasciargli tregua, infierendo su di lui anche con gli scudi.


Tags :