Linkin Park, il frontman Chester Bennington morto suicida

Chester Bennington morto suicida, lutto nel mondo della musica – Annunciato da TMZ, il cantante del noto gruppo dei Linkin Park, Chester Bennington, si é suicidato a 41 anni. Il sito riporta che l’artista avrebbe deciso di impiccarsi nella sua residenza a Palos Veders Estates. Il suo corpo sarebbe stato ritrovato giovedí prima delle 9 del mattino.

Chester Bennington morto suicida

Il cantante era sposato con Talinda Bentley con la quale aveva avuto ben 6 figli. Da anni lottava contro la depressione e la dipendenza da droghe ed alcool. In passato, a quanto pare, aveva giá considerato l’ipotesi di togliersi la vita. In una intervista aveva svelato di aver subito degli abusi sessuali, da piccolo, da parte di un uomo molto piú grande.

Chester era molto legato a Cornell che, per una strana coincidenza, é morto allo stesso modo. Cornell, come tutti ricordano, si é tolto la vita impiccandosi il maggio scorso. Proprio oggi, il 20 Luglio, avrebbe compiuto 50 anni.

La carriera musicale:

Chester Bennington é nato a Phoenix il 20 Marzo del 1976. Americano era stato anche frontman degli Stone Temple Pilots negli anni dal 2013 al 2015, ed anche dei side project Dead By Sunrise. Nel 1999 i Linkn Park nascevano come Xero. L’anno dopo il debutto uscí il primo album Hybrid Theory e poi a seguire altri sei dischi: Meteora, Minutes to Midnigh, A Thousand Suns, Living Things, The Hunting Party, One More Light.


Tags :