Telegram 4.2, le foto dopo la visualizzazione si autodistruggeranno

  • blog notizie - Telegram 4.2, le foto dopo la visualizzazione si autodistruggeranno

L’ultimo aggiornamento di Telegram porta una novità interessante. L’ultimo update che ha portato alla release 4.2. L’aggiornamento porta, innanzitutto, in dote un comodo editor per le foto ed in secondo luogo, vera grande novità dell’update, la nuova funzione che permette di impostare una durata massima per le foto ed i video che saranno inviati agli amici. Al termine del timer impostato dall’utente, i contenuti multimediali condivisi si autodistruggeranno.

Gli utenti Telegram potranno quindi condividere foto e video senza la preoccupazione di intasare la memoria dei telefoni perchè saranno a tempo che una volta aperte si autodistruggeranno anche pochi istanti dopo. Una funzione che sbarca su Telegram per la prima volta.

Grazie ai CDN (Content Delivery Network) di Telegram è possibile condividere più velocemente i contenuti. Si tratta di noti che si occupano adesso di gestire una cache dei contenuti più condivisi dagli utenti: si pensi a video “pubblici” che cominciano a diventare “virali”. Il sistema CDN caching di Telegram si occupa di conservare tali elementi pubblici e di erogarli alla massima velocità possibile.

Le altre novità

Altra novità l’arrivo di una sorta di mini biografia dei profili. Un modo utile per dare maggiore spessore alla propria utenza e farsi riconoscere con maggiore facilità dai contatti e dagli amici. Arrivano, infine, altre novità di contorno per rendere l’esperienza d’uso ancora più piacevole. Per esempio, la release 4.2 di Telegram introduce una gestione più semplice degli adesivi, nuovi CDN criptati ed una maggiore affidabilità per il download delle foto e dei video.

 

Telegram permette inoltre di inviare messaggi testuali, foto, documenti, video e qualsiasi tipo di file con singole persone e gruppi di persone. In questa applicazione, tutti i messaggi sono criptati e, se attivata la funzione di chat segreta, possono essere programmati per autodistruggersi dopo un certo lasso di tempo, oltre a non poter essere inviati ad altri utenti e a non lasciare traccia sui server della società. Telegram supporta anche i bot, per ricevere risposte automatiche di qualsiasi tipo.


Tags :