Hot Girl Wanted: documentario Netflix sui film hard [FOTO]

Il porno nell’era di internet in un documentario targato Netflix. Si intitola “Hot Girls Wanted: Turned On” ed è tratto dall’omonimo film presentato nel 2015 al Sundance Film Festival. In video le storie di chi, per passione o per dare una svolta alla propria vita, si è ritrovato a lavorare nell’industria pornografica. Ma anche di chi si è approcciato a questo mondo appena maggiorenne e di chi è riuscito ad arricchirsi.

LE TESTIMONIANZE

Si chiamano Jax Slayher e Kylie Quinn e sono i protagonisti di un porno inter-razziale. Lui è di colore e dice: “Essere pagato per far sesso con bellissime donne è una gran cosa”. Lei ha 18 anni, è bianca e ha esordito sul set tre mesi fa. A notarla è stato il talent-scout Ryan Reynolds a capo di un’agenzia per modelle legata al mondo dell’hard e ‘ripudiato’ dal padre per il suo lavoro. E poi c’è Holly Randall, che ha seguito le orme dei genitori ed è specializzata in pellicole di alta qualità. “Tutti guardano porno gratis ormai, il mio budget sta diminuendo sempre di più”, si lamenta. In prima linea contro il maschilismo imperante nell’ambiente è la regista e produttrice Erika Lust. “Nel tipico film porno il protagonista è l’uomo e tutto ruota attorno a lui. Non va bene: quando mostri il sesso, dovrebbe essere basato su valori per cui le due persone coinvolte sono alla pari e si rispettano”, dice.

MA QUALE PORNO! MEGLIO LE APP

Uno dei quattro episodi, dal titolo “Love Me Tinder”, racconta la storia di due ragazzi che si sono conosciuti grazie alla celebre app online. Lei, Jessica, è convinta di stare vivendo una relazione monogama, James – reduce da un reality show – mira a divertirsi e a conoscere più donne.


Tags :