Malena si confessa: “Sono sempre stata bisex, persi la verginitá a 15 anni”

Malena si confessa: “Sono sempre stata bisex, persi la verginitá a 15 anni” – La famosissima pornostar Malena, conosciuta da tutti come Malena la Pugliese, in una intervista, ha raccontato del suo periodo prima di diventare una star del cinema hard. Era impiegata all’interno di una agenzia immobiliare, poi la svolta che ha cambiato la sua vita:

“Iniziai a trasgredire dopo un fidanzamento di 7 anni”.

SFOGLIA LA GALLERY PER VEDERE LE FOTO

Malena si confessa: “Sono sempre stata bisex, persi la verginitá a 15 anni”

Malena è un personaggio con tantissime cose da scoprire. Bisogna comprenderne tutte le sfaccettature. La conosciamo per la sua partecipazione all’Isola Dei Famosi. I genitori la chiamano FIlomena, per gli amici lei è Milena e Malena per tutti quelli che l’hanno conosciuta attraverso lo schermo. È una donna profonda ed abbiamo avuto modo di conoscerla ed apprezzare la sua sensibilitá durante la sua partecipazione al reality dell’Isola Dei Famosi.

Dentro di lei c’è molto altro che una protagonista del cinema hard. Lei stessa, in una intervista rilasciata a GQ, prova a descriversi in un’altra chiave di lettura. Fa il resoconto sul suo passato, quando ancora non le era consentito a pieno di vivere i suoi desideri piú nascosti.

Ecco un piccolo estratto:

“Sono sempre stata bisex ed ho sempre provato il piacere di vivere questa mia inclinazione in totale libertà. Certo fare tutto questo, quando nasci in un piccolo paesino del Sud, non è semplice. Io ho continuato per la mia strada senza reprimere il mio istinto. Poi a un certo punto ho scelto di provare a trasformarlo in una professione, scrivendo un email al migliore, e Rocco mi ha risposto. Da quel giorno è nata Malena.”

Malena si confessa – La “prima volta”

A quando risale la prima volta di Malena? Durante l’intervista confessa di aver perso la veriginitá a 15 anni. Non furono scintille per lei anzi, un approccio timido e pieno di imbarazzo per entrambi. Ecco il suo racconto:

“La mia prima volta è abbinata a vergogna, timidezza, inadeguatezza, come penso per la maggior parte delle ragazze. Avevo 15 anni e c’era un ragazzino, che feci impazzire per parecchi mesi prima di concedermi. Ricordo anche il dolore e la paura. Da lì alcune esperienze sino a un lungo fidanzamento durato sette anni, di quelli ‘in casa’. Troppo soffocanti per il mio carattere. Lo lasciai e dal giorno successivo iniziai a trasgredire in tutti i modi possibili. Feci una cosa che avevo sempre sognato: l’amore con una donna. La conobbi grazie a una chat e con cui ho ancora rapporti di amicizia.”

Malena si confessa – Il rapporto con la famiglia

La famiglia non ha mai condiviso a pieno la scelta della figlia. Il padre decise di allontanarla (ricordiamo che all’Isola recuperarono il loro rapporto) e la madre, anche se è rimasta sempre al suo fianco, non ha mai compreso a pieno la sua scelta. Il padre si vergognava del fatto che Malena portava il suo cognome. Anche la madre non approvó mai a pieno ma fu piú comprensiva. Quello che la ferí maggiormente fu il rapporto con gli amici e molta gente che conosceva che, di punto in bianco, smisero di salutarla.

“Alcuni evitavano di stringermi la mano, e in molti non si recarono più nell’agenzia immobiliare in cui lavoravo.”

Questo isolamento dovuto alla sua professione non è stato molto facile. La madre, tempo fa, si ammaló di tumore, il padre dovettere lasciare l’Italia e lei venne costretta ad interrompere i suoi studi per contribuire all’economia familiare.

“Porto delle cicatrici molto profonde, che il mio sorriso spesso nasconde. Ho dovuto smettere di studiare a soli 4 esami dalla laurea perché mancarono le energie economiche in famiglia per sostenerci. Mio padre dovette emigrare negli Usa per lavoro, e purtroppo mia madre si ammalò di tumore. Mi misi a lavorare facendo la mia parte, sacrificando una parte importante della mia vita e di sogni che ogni ragazza ha diritto di vivere.”

Malena si confessa – Il rapporto con Rocco Siffredi

Fortunatamente, a prendersi cura di lei ed a proteggerla, è stato Rocco Siffredi che, in men che non si dica, l’ha trasformata in una vera e propria star. Parla di Siffredi come un grandissimo professionista, preparato ed umano.

“Ti insegnano a trasformare la fatica in piacere, passaggio non semplice e neppure scontato. Una cosa che ho capito lavorando sul set, è che se esiste un ‘oggetto’ questi è sicuramente l’uomo, e non come si tenderebbe a pensare la donna. È lei che scandisce i ritmi e sceglie i suoi partner. La “casa di Rocco”? In un aggettivo: stupendo! Tutto molto nuovo e ben curato. La pulizia e l’ordine sono estremi, gli ambienti curati nel più minimo dei dettagli. Una vera e propria reggia formata da stanze, ambienti relax, bar, piscine. Naturalmente ci sono anche i set dove si registra, sia al chiuso che all’aperto. Una piccola ‘Cinecittà del porno’, in cui Rocco è il re. Ma attenzione, c’è anche una regina, la moglie Rosa, sempre molto presente e partecipe nella supervisione generale.”


Tags :