Chi è Robert Pattinson

  • blog notizie - Robert Pattinson

Biografia

Robert Thomas Pattinson, ormai diventato celebre unicamente con il nome e cognome di Robert Pattinson, nasce a Londra, il 13 maggio del 1986. Attore britannico, versato anche nella musica, oltre che ex modello sin dall’età di sedici anni, deve la sua grande popolarità soprattutto alla serie di film fantasy dal titolo “Twilight”, incentrata sul mondo dei vampiri con un taglio del tutto nuovo e giovanile, esito dell’omonima serie di romanzi a firma della scrittrice Stephenie Meyer: una rivisitazione dell’antico tema vampiresco in una chiave contemporanea, molto seguita dal grande pubblico americano ed europeo, composto soprattutto da adolescenti.

In “Twilight”, Pattinson ricopre il ruolo del protagonista buono, che si chiama Edward Cullen, il quale nonostante il suo essere un vampiro sperimenta per la prima volta l’amore per una donna.

Figlio di Richard e mamma Clare, soprannominato “Patty”, il futuro vampiro è l’ultimo di tre figli di una famiglia della middle class londinese, unico maschio dopo le due sorelle Lizzy e Victoria. La prima di queste, pertanto, sin da subito rivela il proprio talento musicale e qualche tempo prima che suo fratello raggiunga il successo, è già nota per il suo talento musicale.

È nei teatri londinesi, ad ogni modo, che prende le mosse la carriera del giovane attore britannico. Per vincere la propria timidezza, al pari di molti altri suoi coetanei, si affaccia nel mondo della recitazione sin da subito, quando ha appena quindici anni. L’incontro che fa con il palcoscenico è all’insegna di Shakespeare, quando prende parte alla difficile ed amata tragedia “Macbeth”. A individuare in lui il seme del talento, è la Barnes Theatre Company di Londra. L’incontro che Robert Pattinson fa con la recitazione è decisivo. Passano pochi mesi infatti, e il giovane attore ottiene una piccola parte nel noto musical “Bulli e Pupe”. Qui, complice anche il suo aspetto fisico, riesce a farsi notare dagli addetti ai lavori e dopo qualche tempo recita come protagonista nell’opera “Tess dei D’Urbevilles”. I talent scout lo seguono e il passo successivo, per lui, è dietro l’angolo e si chiama cinema.

Prima però l’enfant Pattinson sfiora il mondo della moda, facendosi immortalare come modello dal fotografo John-Paul Pietrus, esattamente nel 2003. Dopo qualche anno, lo stesso fotografo ammette di aver intravisto anche lui nel giovane attore britannico, qualcosa in più rispetto ai suoi coetanei, che non esita nel definire come “una sorta di fattore x”.

Nel 2004 arriva la chiamata al cinema. Il bravo Robert viene prima chiamato ad interpretare un ruolo importante nei panni del Principe Giselher, nella “Saga dei Nibelunghi”, un film tv per la direzione di Uli Edel, e poi, anche grazie a questa breve fetta di notorietà ritagliatasi, prende parte alle riprese del celebre film “La fiera delle vanità”, tratto dall’omonimo romanzo di Thackeray.

È poi la regista indiana Mira Nair che lo sceglie, affidandogli una piccola parte che, seppur tagliata in sede di montaggio per la versione al cinema, non manca di venire inclusa in quella disponibile in dvd. L’esperienza è breve ma di tutto rispetto: Robert Pattinson riveste i panni del figlio di Becky Sharp, interpretata dal premio Oscar Reese Witherspoon.

Ad ogni modo, è il “maghetto inglese” a dargli una certa celebrità a livello mondiale. Nel 2005 infatti il giovane Robert Pattinson veste i panni di Cedric Diggory, all’interno della quarta storia della saga di “Harry Potter” (di J.K. Rowling), dal titolo “Harry Potter e il calice di fuoco”. Qui, Mike Newell gli ritaglia un ruolo su misura, quello dell’atletico e promettente diciassettenne, mago campione del Torneo Tremaghi.

L’anno dopo Pattinson torna in tv, per la BBC, con un film drammatico nel quale ricopre la parte di un giovane aviatore reduce dalla seconda guerra mondiale, rimasto paralizzato su una sedia a rotelle a causa di un abbattimento durante una battaglia aerea. Il film si intitola “The Haunted Airman”, e porta la regia di Chris Durlacher.

Nel 2007 torna nel magico mondo di Harry Potter, per la regia di David Yates, nell’episodio dal titolo “Harry Potter e l’ordine della fenice”. Tuttavia, qui l’attore londinese effettua solo un breve cameo, il quale dura appena alcuni secondi.

Resta il 2008 l’anno più importante per Robert Pattinson, quello in cui viene scelto direttamente da Catherine Hardwicke per ricoprire il ruolo del protagonista maschile al fianco di Kristen Stewart, nell’ormai celeberrima saga “Twilight”. Vampiro vegetariano, l’attore inglese si guadagna un posto importante nel novero del cinema non solo britannico, nonostante le iniziali proteste dei fan della saga, contrari ad una scelta che ricadesse su di lui per il ruolo del protagonista. Il 21 novembre del 2008, il film esce in Europa e in America e il successo è grandissimo.

Pattinson convince tutti con la sua interpretazione e viene confermato e acclamato anche nei successivi film ispirati alla serie letteraria firmata dalla Meyer: in “The Twilight Saga – New Moon”, datata 2009, e nei successivi “The Twilight Saga – Eclipse”, del 2010, e “The Twilight Saga – Breaking Dawn”, realizzato l’anno seguente, nel 2011.

Nel frattempo, l’attore si guadagna altre prestigiose scritture, recitando in “Remember me”, di Allen Coulter, del 2010, e in “Water for Elephants” e in “Bel Ami”. In quest’ultima pellicola, Pattinson recita al fianco di Uma Thurman, nella parte del celebre protagonista partorito dall’intelligenza di Maupassant.