L’Unicef per l’istruzione dei minori: in 9,2 milioni sono senza scuola

  • blog notizie - L’Unicef per l’istruzione dei minori: in 9,2 milioni sono senza scuola

Le carenze di finanziamento minacciano l’educazione per milioni di bambini intrappolati in conflitti o disastri. L’appello è dell’Unicef.

Tra i 932 milioni di dollari necessari quest’anno per i suoi programmi di istruzione nei paesi emergenziali, l’Uinicef ha finora ricevuto contributi volontari registrati di meno di 115 milioni di dollari.

I fondi sono necessari per dare ai 9,2 milioni di bambini affetti da crisi umanitarie l’accesso all’istruzione di base formale e non formale.

“Senza educazione, i bambini crescono senza le conoscenze e le competenze necessarie per contribuire alla pace e allo sviluppo dei loro paesi e delle loro economie, aggravando una situazione già disperata per milioni di bambini”, dichiara Muzoon Almellehan in rappresentanza dell’Unicef.

“Per i milioni di bambini che crescono in zone di guerra, le minacce sono ancora più scoraggianti: non andare a scuola lascia i bambini vulnerabili al matrimonio precoce, al lavoro minorile e all’assunzione da parte di forze armate”.

Le lacune di finanziamento per i programmi di istruzione dell’UNICEF in alcuni dei punti di forza del mondo variano dal 36 per cento in Iraq, al 64 per cento in Siria, al 74 per cento in Yemen e al 78 per cento nella Repubblica centrafricana.

Il perseguimento delle opportunità educative è stato citato come uno dei fattori di spinta che hanno portato le famiglie ei bambini a fuggire dalle loro case, spesso a grande rischio per la loro vita.

Il 38% dei minori arriva in Italia per studiare

Un sondaggio di bambini rifugiati e migranti in Italia ha rivelato che il 38% di loro è diretto verso l’Europa per accedere alle opportunità di apprendimento.

Un sondaggio simile in Grecia ha mostrato che uno su tre genitori o custodi ha dichiarato che la ricerca dell’istruzione per i loro figli è stata la ragione principale per cui hanno lasciato i loro paesi per l’Europa.

Per i bambini che hanno sperimentato il trauma della guerra e dello spostamento, l’istruzione può essere salvato.

 


Tags :