Pay Tv? No grazie, il futuro è gratis e sta tutto su internet

  • blog notizie - Pay Tv? No grazie, il futuro è gratis e sta tutto su internet

Pay Tv? No grazie, il futuro è gratis e sta tutto su internet – Considerando tutti i vari pacchetti disponibili, oggi, una famiglia, per una pay tv, puó arrivare a pagare circa 50 euro al mese. Una cifra davvero alta considerando che il servizio comincia ed essere un po’ obsoleto. Mettendo a confronto le alternative che fornisce la rete quasi non c’è storia.

Pay Tv? No grazie, il futuro è gratis e sta tutto su internet

Guardare una partita in tv ha sempre il suo fascino. Se si continua ad abusare della vendita dei diritti e gli abbonamenti diventano sempre piú impegnativi per una famiglia, allora si andrá in contro a degli enormi problemi. A parlarne, a tal proposito, è stato Sandro Piccinini, uno dei piú famosi telecronisti di Mediaset.

In una intervista rilasciata ad Avvenire ha sottolineato dei dettagli importantissimi. Oggi un abbonato puó pagare dai 50 ed i 60 euro mensili per un abbonamento a calcio e cinema. Considerando le alternative proposte dalla rete, l’avvento delle nuove piattaforme e lo sviluppo delle tecnologie, facendo due conti, ci si accorge di quanto l’abbonamento sia diventato caro.

A far aumentare i prezzi degli abbonamenti sono le richieste economiche per i diritti televisivi. Proprio per questo motivo, una fetta sempre piú numerosa di pubblico ed utenti, cerca le partite di calcioe, non solo, in streaming. Si rinuncia alla qualitá o al commento nella propria lingua, pur di non pagare una cifra esorbitante.

In realtá il futuro, sempre piú presente, è ormai tutto sulla rete e, cosa che fa la differenza, è quasi gratis. Il problema non riguarda solo il mondo del calcio o dello sport in generale, anche cinema e tv. Dopo l’avvento di Netflix, Ifinity, Amazon Prime Video, Tim Vision e molti altri, sono crollati gli abbonamenti alle pay tv.

Queste piattaforme offrono moltissimi contenuti di qualitá ad un prezzo molto contenuto. Una offerta conveniente non solo in termini di titoli ma anche di accessibilitá. Per quanto riguarda il mondo del calcio presto arriverá Dazn, una piattaforma in stile Netflix che a soli 9,99 euro offre piú di 8.000 eventi dal vivo da Austria, Svizzera, Germania, Giappone e presto anche in Italia.

Presto su Facebook, che conta ben due miliardi e piú di iscritti, vedremo eventi live. Negli States, pensate, c’è giá l’accordo per trasmettere la Major League Soccer ed alcune partite in collaborazione con Fox Sports.

Che dire, il futuro, è tutto nel mondo del web a portata di smartphone.

 


Tags :